Web tax, ci siamo: imposta del 6% sui Big della rete

web tax
Hello Next 300x250

La Commissione Bilancio del Senato ha dato il suo via libera alla famosa quanto discussa web tax. L’emendamento alla legge di Bilancio è stato approvato stamane e, come si legge dalla relazione tecnica che gli ha preparato il terreno, dovrebbe produrre un gettito pari a 114 milioni di euro annui a partire dal 2019, anno in cui è prevista l’entrata in vigore dell’imposta (che ricordiamo essere pari al 6%).

Questo farà sì che il tesoretto a disposizione del Fondo per le esigenze indifferibili passerà nel 2019 da 330 a 444 milioni di euro. In realtà il gettito atteso sarebbe di 228 milioni di euro, ma per via del credito di imposta che viene riconosciuto alle imprese residenti in Italia, e comunque assoggettate alla web tax, si finisce di fatto col non superare i 114 milioni di entrate.

Image Banner 300 x 250

L’ultima versione della web tax è stata disegnata da Massimo Mucchetti, presidente della Commissione Industria del Senato.

Si tratta di una versione differente rispetto a quella originaria, in quanto, tra le altre cose, la web tax così come formulata ora prevede l’esclusione dall’imposta delle imprese agricole e di quei soggetti “che hanno aderito al regime forfetario o al regime di vantaggio per i contribuenti di minori dimensioni”. Un particolare non di poco conto, poiché è quello che toglie ogni dubbio di torno e circoscrive l’applicazione della web tax alle sole imprese di grandi dimensioni (primi su tutti, i Big della rete).

Servizi colpiti, tempi e modus operandi verranno comunque definiti mediante un apposito decreto attuativo che il governo dovrà varare entro il 30 aprile 2018. Quel che è certo, oltre all’entità dell’aliquota, è che le banche e gli intermediari finanziari opereranno come sostituti di imposta: a loro in sostanza spetterà il compito di applicare una ritenuta d’imposta con obbligo di rivalsa sul soggetto che riceve i corrispettivi.

Dopo tanto tempo, alla fine, ce la si è fatta: la web tax è prossima all’introduzione definitiva.