Vincere e.. scordarsene. E’ accaduto molte più volte di quante si pensi. Ma cosa succede a quei soldi? In realtà, qualcuno che esulta c’è.

Lotteria soldi persi
Foto © AdobeStock

Vincere e non accorgersi di aver vinto. Probabilmente la più grande delle beffe, qualcosa che nessuno di noi vorrebbe mai provare. Aver azzeccato la combinazione vincente al Superenalotto, aver acquistato il biglietto giusto della Lotteria, aver giocato numeri fortunati ed essersi dimenticati di controllare l’uscita sulle ruote italiane. Può succedere, per quanto possa sembrare un esempio estremo. Anzi, può perfino accadere di aver vinto una cifra importante con un Gratta e vinci e aver omesso di riscuotere i propri soldi.

Clamoroso ma vero: sono otto i premi del Superenalotto non ancora riscossi in tutta Italia. Si tratta dei vincitori di ‘Estate 100×100’, l’iniziativa Sisal che ha deciso di premiare, casualmente, alcuni giocatori, anche se non hanno vinto. Oltre alla giocata normale, sono stati assegnati altri cento premi extra. Per ogni giocata, il terminale emette un codice automatico che può valere, appunto, 100 mila euro!

Una beffa atroce, senza dubbio. Tuttavia, una volta terminato di mangiarsi le mani, a mente fredda una domanda potrebbe sorgere: che fine fanno i soldi non riscossi? In realtà, al posto nostro, c’è qualcuno che gioisce. Lo Stato naturalmente, poiché il denaro che non viene incassato dai vincitori torna in mano a chi l’ha erogato. Questo, chiaramente, alla scadenza dei 180 giorni a disposizione del fortunato per ritirare il premio, secondo quanto stabilito a norma di legge.

Soldi vinti ma non ritirati: ecco che fine fanno

Come detto, potrebbe sembrare un paradosso. Eppure è qualcosa che avviene frequentemente, anche se i vincitori solitamente stanno ben attenti a quello che hanno vinto. Nel 2019, ad esempio, non si sono verificati casi simili e i premi sono stati tutti riscossi. Anche perché, le vincite non sono sempre esigue: molto spesso si tratta di jackpot clamorosi, pari anche a 5 milioni di euro. Tuttavia, per quanto possa sembrare incredibile, negli ultimi vent’anni ben 27 milioni di euro sono rimasti in vana attesa. Con un annus horribilis a rappresentare un emblema valido per tutti gli altri.

LEGGI ANCHE >>> Lotteria e astrologia: tre segni zodiacali hanno più probabilità di vincere

Nel 2008-2009, infatti, un giocatore riuscì a centrare un biglietto da 5 milioni di euro. Una vincita che probabilmente gli avrebbe cambiato la vita ma che il fortunatissimo mancò di riscuotere. In quel caso, lo Stato decise di reimmettere nuovamente i soldi nel circuito dei concorsi a premi, posizionandolo nell’anno successivo. Ma non fu questo l’unico caso: nelle casse dello Stato finirono infatti ben 7 milioni di euro. Questo significa che numerosi vincitori mancarono di ritirare vincite per un totale di 2 milioni di euro. Nel 2015-2016 si è rischiato un altro record: ben 3 milioni di euro non sono stati ritirati. Anche il quel caso, a ringraziare i distratti è stato lo… Stato.