Succede ancora, succede sempre, i link che spesso ignoriamo, diventano dei veri e propri killer della rete, portandoci via tutto.

Phishing
Phishing (Adobe)

E’ successo ancora e purtroppo succederà altra volte, la storia in questione, che arriva dalla provincia padovana, è quella di chi si è fidato di un sms, chi ha temuto per la propria sicurezza, per la sicurezza dei propri risparmi, nel rispetto di quanto fatto per una vita intera. Il signor Palmiro, 74 enne, ex operaio metalmeccanico in pensione, ha il suo smartphone tra le mani, legge notizie, passa il tempo insomma, poi un sms inatteso.

Un sms apparentemente innocuo, ma l’uomo si preoccupa di leggere bene, ed ingenuamente inizia a cadere nel tranello dei truffatori. Un accesso anomalo sul proprio conto corrente, e l’invito a reinserire i propri dati, le proprie credenziali per questioni di sicurezza. L’uomo, preoccupato per quello che c’è su quel conto, i risparmi di una vita, parte della liquidazione ricevuta, più qualche piccolo risparmio messo da parte poco alla volta, non bada a nulla, non ragiona, non sente il rischio e clicca sul link in basso.

LEGGI ANCHE >>> Paypal: attenti alla truffa, con un click vi rubano i soldi

Il link killer fa altre vittime: riprodotto fedelmente il sito di una nota banca

Il signor Palmiro clicca quindi sul link presente in basso, quello sul quale, secondo le indicazioni dell’sms, bisognava andare per reinserire le proprie credenziali. Detto, fatto, l’uomo si ritrova sul sito della sua banca, tutto sembra identico, niente è lasciato al caso. L’uomo si fida della sua banca e teme per il suo gruzzoletto. Inserisce quindi le sue credenziali, conferma, e poi tutto sembra essere uguale a prima. Nessuna conferma, nessuna notifica.

Truffa
Truffa

I dubbi attanagliano l’uomo, in lui qualcosa inizia a muoversi, sospetta la truffa, ma non ha il coraggio di dirlo a se stesso. Corre in banca, chiede se è normale aver ricevuto quel messaggio e se davvero c’era un problema di gestione dati. L’addetto allo sportello, scuote la testa, ha già capito tutto. Controlla il conto del signor Palmiro, 0 euro. Prosciugato del tutto. Fino all’ultimo centesimo, tutto portato via. 32mila euro, questa è la cifra del saldo dell’uomo, fino a pochi minuti prima. La denuncia per truffa, la speranza che qualcosa succeda, la delusione infinita per aver perso tutto.