La nuova truffa di WhatsApp, un amore che scocca sui social e diventa pericolosissimo per le ignare vittime

Cuori WhatsApp – emoji (Fonte foto: web)

Attenti a giudicare chi abbocca alle truffe di WhatsApp, perché i malviventi ne inventano sempre di nuove e potremmo finire per cascarci anche noi. Per questo, tentiamo sempre di informarvi su quelle più pericolose del momento, come la card che in realtà ti svuota il conto.

Ebbene, ci sono anche truffe legate ai sentimenti. C’è chi cerca l’amore, chi non ha tempo per averne uno, ed ecco che improvvisamente si viene misteriosamente contattati da una persona del sesso opposto, che guarda caso, mostra interesse nei nostri confronti. Come avviene.

Leggi anche>>> Whatsapp ha in mano il destino degli utenti: cosa succede se sbagliamo

I cuori, nella nuova truffa WhatsApp

Si viene contattati sui social o direttamente tramite WhatsApp. Il truffatore in genere si è munito di diverse foto, magari di un/a bel/la ragazzo/a, rubate nel web. Vedendone diverse inizieremo a credere che ci contatta esiste davvero. Il truffatore allora inizia a corteggiare la vittima, scoprendone interessi e rubando sempre più informazioni. Chi compie questo lavoro è molto bravo a coinvolgere la vittima, facendola sentire sempre più libera di lasciarsi andare a confidenze.

Una delle truffe legate all’app, è anche quella della possibilità di averla soltanto a pagamento, ma tranquilli, anche quella è solo finzione, WhatsApp resta gratuito. Dicevamo però della truffa “romantica”. Indovinate cosa fa il ladro romantico, inizia a chiedere soldi, quando entra in confidenza con il malcapitato. I motivi possono essere problemi di salute, economici o anche soldi per prendere mezzi e poi raggiungere l’altro innamorato, o addirittura per comprare una casa dove finalmente vivere insieme. Infatti, la Polizia Postale ha scoperto anche bonifici molto alti, ottenuti con questo inganno.

Leggi anche>>> WhatsApp: conoscevi questo modo di inviare messaggi? Il trucco sbalorditivo

Certo, far leva su sentimenti forti come questi è sempre più frequente, ma basta anche un’amicizia, una forte empatia, ed un truffatore, bravo a plasmare la vittima, può tranquillamente ricevere dei soldi, senza avere un reale interesse verso l’altra persona. E non c’è nemmeno bisogno di andare sui social, spesso queste truffe avvengono anche dal vivo. Ed ancora, c’è anche chi dopo aver fatto “amicizia” con la vittima, chiede semplicemente soldi in prestito con la scusa o di restituirli a breve, o di essere addirittura in attesa di un gran guadagno, che le farà restituire al truffato, anche somme maggiori a quelle prestate. Ma quei soldi, non torneranno mai.