La reazione forte, decisa dello Stato contro quanti in questi mesi hanno approfittato della situazione per proprio vantaggio personale.

Ti diranno che il Pos è guasto: la scusa per cashback e Lotteria scontrini
Pagamento Pos (Fonte foto: web)

Negli ultimi i mesi troppi i casi di di persone che hanno scavalcato ogni etica e regola pur di ottenere un proprio vantaggio personale. Oggi lo Stato dice basta e inizia a censire, ad avvisare tutte le persone coinvolte che i controlli stanno arrivando e che presto si giungerà ad una conclusione a vantaggio delle istituzioni di questa triste e squallida situazione. In questi giorni, quanti hanno forzato le regole dell’iniziativa Cashback, di certo non saranno tranquillissimi.

Quante storie abbiamo sentito a riguardo, operazioni da pochi centesimi per accumulare transazioni utili per il superbonus, gestori di pompe di benzina costretti a pagare commissioni a volte più alte dell’importo speso dal cliente. Situazioni al limite, insomma, tutte per raggiungere maggiore vantaggio da una iniziativa nata già per portare vantaggi ai clienti che spendono per l’acquisto di prodotti e servizi con carta di credito o bancomat.

LEGGI ANCHE >>> Cashback e Lotteria degli scontrini: la novità spalanca le porte ai furbetti

Furbetti del Cashback: il messaggio che in molti stanno ricevendo in questi giorni

Messaggio Cashback
Messaggio cashback

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto, insomma la presenza di anomalia nel conteggio e nella verifica delle operazioni effettuate dei vari utenti. Spiccano in maggior misura le situazioni in cui gli importi delle singole operazioni risultano essere bassi se non irrisori. In tal senso è disposto un controllo capillare delle transazioni delle persone che saranno in qualche modo segnalate per evitare che si vengano premiati cittadini poco rispettosi delle regole.

Una misura che colpisce fortemente quanti si erano resi protagonisti di furbesche azioni. L’esclusione dall’iniziativa potrebbe essere la giusta punizione per quanti si sono rifiutati di sottostare ai regolamenti, ed anzi hanno fatto in modo che questi venissero raggirati.

LEGGI ANCHE >>> Furbetti Cashback: assalto al distributore di benzina

Troppe volte ai distributori di benzina ed in altri luoghi si è assistiti a certe operazioni fuori da ogni logica ed etica, oggi lo Stato reagisce, sperando si possa in qualche modo ostacolare questa complessa problematica e radicato malcostume.