Parte oggi la seconda fase di erogazione dello strumento del reddito di emergenza. Possibile ottenere ulteriori due mensilità.

reddito di emergenza
Image by Darko Djurin from Pixabay

Tutto pronto per il secondo step della fase di erogazione dello strumento del reddito di cittadinanza introdotto con il decreto legge 34 del 2020 e già prorogato in un primo momento.

La seconda e ulteriore proroga è stata messa nero su bianco del decreto legge dello scorso 28 ottobre, il cosiddetto “Decreto Ristori” per venire incontro alle esigenze dei più fragili e bisognosi anche in più mensilità ed accompagnarli fino alla fine dell’anno nell’erogazione dell’indennità.

LEGGI ANCHE >>> Bonus pc e tablet, al via le domande dal 9 novembre. Tutte le istruzioni

Reddito di emergenza, pronte altre due mensilità. Le modalità per ottenerle

reddito di emergenza
Image by chris s from Pixabay

Come detto, a partire da oggi sarà possibile presentare la nuova domanda di Reddito di emergenza prevista dal recente decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137 (cd. “Decreto ristori”).

Il Reddito di emergenza, introdotto con il decreto legge n. 34/2020, era già stato prorogato con il decreto legge n. 104/2020 che ha riconosciuto ai nuclei familiari in possesso dei requisiti la possibilità di presentare una nuova domanda per il riconoscimento di un’ulteriore mensilità.

E questo iindipendentemente dall’avere già richiesto, ed eventualmente ottenuto, il precedente beneficio. L’Inps comunica quindi che il recente decreto legge n. 137/2020 (cd. Decreto ristori) ha previsto la possibilità di ottenere due ulteriori mensilità, per i mesi di novembre e dicembre 2020.

Chi potrà fare domanda per ricevere queste due mensilità del reddito di emergenza? –

Potranno presentare la nuova domanda esclusivamente:

i nuclei che non hanno mai ottenuto il beneficio in precedenza (perché non hanno presentato la domanda o perché non è stato loro riconosciuto il beneficio);

i nuclei che hanno ottenuto solo il primo Reddito di emergenza (quello introdotto dal decreto legge 34/2020) e non anche il secondo (quello previsto dal decreto legge 104/2020).

Per tutti i nuclei già beneficiari del Reddito di Emergenza di cui al decreto legge n. 104/2020, infatti, il riconoscimento avverrà d’ufficio ed in modo automatico, senza necessità di presentare domanda.

LEGGI ANCHE >>> Superbonus 110% e non solo, ecco SiBonus il mercato digitale dei crediti d’imposta