Stelle cadenti, fotografarle con lo smartphone è possibile: ecco come procedere

Nella notte di San Lorenzo le stelle cadenti hanno un ruolo da protagoniste. Come si possono fotografare avendo uno smartphone o una macchinetta fotografica?

Principianti amanti delle fotografia non disperate; fotografare le stelle cadenti è possibile. Basta conoscere le giuste indicazioni.

stelle cadenti foto
Adobe Stock

La magia della notte di San Lorenzo è tutta nell’attesa delle stelle cadenti. In spiaggia, in montagna, sulla riva di un lago o in uno dei borghi più belli d’Italia, non importa quale sia la location scelta. L’importante è che sia distante dalle luci artificiali e dai rumori della città e con le persone giuste. Per immortalare l’evento si potrà scattare una fotografia senza essere fotografi professionisti. In tanti penseranno che si tratti di un’impresa impossibile ma dovranno ricredersi. Basteranno uno smartphone o una fotocamera (non occorrono modelli costosissimi di ultima generazione) e molta pazienza.

Stelle cadenti nella notte di San Lorenzo, come fotografarle

Ogni anno, il giorno di San Lorenzo è atteso come un evento estivo imperdibile. Le sue famose “lacrime” illumineranno i cieli regalando la speranza di realizzazione di un desiderio. La magia di questo rito è amata da grandi e piccini, perché non immortalarla? Scattare una foto ad una stella cadente presuppone un procedimento simile a quello utilizzato per fotografare qualsiasi stella. Il risultato sarà, però, differente. Non luci puntiformi ma strisce luminose che viaggiano nella notte.

La prima regola è allontanarsi da zone di inquinamento luminoso. Via dalla città, dunque, per ritirarsi in un angolino dove la natura è padrona del territorio. Per conoscere il punto perfetto di osservazione lontano da fonti luminosi basterà accedere al portale Dark Site Finder e studiare la mappa del mondo che apparirà. Un fattore determinante sulla riuscita finale è, poi, la luna. Proprio nella settimana del 10 agosto c’è una Super Luna, molto luminosa e dunque fonte di disturbo per chi desidera vedere le stelle cadenti. Purtroppo questo parametro non è in alcun modo modificabile.

Altre indicazioni per la foto perfetta

Per cercare di scattare la foto perfetta con uno smartphone o una macchina fotografica è importate selezionare la giusta modalità di scatto. L’impostazione migliore prevede un tempo di scatto più lungo rispetto al solito. Dopo averla selezionata, il device non scatterà immediatamente la foto dopo aver premuto sullo schermo o il tasto di riferimento ma impiegherà qualche secondo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

È consigliabile, poi, aprire tutto il diaframma, mettere la messa a fuoco in manuale, l’iso tra 800 e 1.600 e abbassare il bilanciamento del bianco (oppure selezionale la modalità luce artificiale). Infine, è preferibile utilizzare un treppiedi che dia stabilità al cellulare o alla macchina fotografica e scegliere la modalità di scatto remoto per evitare di toccare il dispositivo durante lo scatto. Ora le indicazioni le avete, non rimane altro da fare che pazientare fino al momento giusto. Ricordiamo che le stelle cadenti non cadranno solamente durante la notte di San Lorenzo ma almeno fino al 24 agosto.