Superbonus e bonus edilizi, la nuova Piattaforma cessione crediti: come non sbagliare

La Piattaforma cessione crediti spiegata nel dettaglio con la nuova guida web dell’Amministrazione finanziaria.

Una guida ad hoc dell’Agenzia delle Entrate indica come funziona la Piattaforma di cessione dei crediti, sulla scorta delle ultime novità normative.

Piattaforma cessione crediti
Adobe Stock

Una nuova guida dell’Agenzia delle Entrate si rivela molto utile per il contribuente che intende usufruire della cessione crediti Superbonus, Ecobonus e altri incentivi. La guida infatti chiarisce il funzionamento della cd. Piattaforma di cessione dei crediti.

E’ un servizio efficace in quanto con un linguaggio limpido e facilmente comprensibile a tutti l’Amministrazione finanziaria spiega come usare senza problemi la Piattaforma per la cessione dei crediti.

La guida è aggiornata ad aprile e quindi nella nuova versione del manuale utente trovano spazio le ultime novità su Superbonus e detrazioni edilizie.

I cessionari dei crediti d’imposta per interventi agevolati possono accedere dopo aver effettuato l’autenticazione, dal sito web dell’Agenzia delle Entrate, alla Piattaforma cessione crediti per visualizzare i crediti ricevuti, accettarli o rifiutarli.

Detta Piattaforma è dunque accessibile dall’Area riservata del sito web ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, con la quale i soggetti titolari di crediti d’imposta cedibili possono rendere nota al Fisco l’eventuale cessione dei crediti a soggetti terzi, in base alle norme vigenti.

Piattaforma cessione dei crediti: come funziona l’accesso? Gli utenti ammessi

Lo ribadiamo: ogni interessato deve sapere che, come chiarito dalla guida, il primo step da compiere è accedere, dalla home page del sito web dell’Amministrazione finanziaria, all’Area riservata. Essa è peraltro molto utile per una pluralità di servizi al cittadino.

Al fine di poter effettuare il login occorre:

  • una identità di quelle facenti parte del cd. Sistema pubblico di Identità Digitale (SPID, CIE o CNS);
  • in alternativa, le credenziali emesse dall’Agenzia (fino alla data in cui saranno ancora utilizzabili).

Da rimarcare alcuni altri dettagli molto importanti con riferimento agli utenti della Piattaforma:

  • possono accedere direttamente i soggetti interessati, vale a dire cedenti e cessionari;
  • mentre non è possibile avvalersi di intermediari, né di procedure automatiche.

Il percorso da seguire per accedere alla Piattaforma è questo: La mia scrivania > Servizi per > Comunicare > Piattaforma Cessione Crediti.

Inoltre ricordiamo che la Piattaforma in oggetto è formata da quattro funzioni: 1) Monitoraggio crediti; 2) Cessione crediti; 3) Accettazione crediti/sconti; 4) Lista movimenti. Il tutto è organizzato in modo da favorire la navigazione fluida da parte dell’utente.

Cessioni crediti: quali possono essere comunicate con la Piattaforma?

La utile guida dall’Agenzia delle Entrate indica che attraverso le funzionalità della Piattaforma possono essere comunicate le cessioni:

  • dei crediti relativi alle detrazioni per lavori edilizi, per le quali i beneficiari hanno già optato per la cessione del credito o per lo sconto in fattura (es. Superbonus, ecobonus, sismabonus, bonus facciate, colonnine di ricarica, ristrutturazioni ed eliminazione delle barriere architettoniche), di cui sono titolari i cessionari e i fornitori che hanno applicato gli sconti;
  • del Tax credit vacanze, di cui sono titolari le strutture ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator, a seguito dell’applicazione degli sconti ai propri clienti (art. 176 del decreto legge n. 34 del 2020);
  • del credito d’imposta ACE (art. 19, comma 3, del decreto-legge n. 73 del 25 maggio 2021).

In rapporto ai crediti legati alle detrazioni per lavori edilizi, ricordiamo altresì quanto segue:

  • la Piattaforma permette ai fornitori / cessionari di visualizzare e accettare le transazioni, per usare in compensazione il credito con il modello F24;
  • in alternativa all’uso in compensazione, è possibile rendere nota all’Amministrazione finanziaria l’ulteriore cessione del credito avvenuta verso altri soggetti, in applicazione delle norme vigenti. Ciò sempre tramite la piattaforma in oggetto.

Cessioni crediti edilizi e nuove regole

I crediti da gestire sono articolati sulla scorta delle nuove regole di cedibilità. Nell’area Monitoraggio trovano ad es. posto le novità sulla cessione dei credito per i bonus edilizi, divisi in:

  • crediti cedibili a chiunque senza limitazioni;
  • crediti cedibili a soggetti qualificati (banche e intermediari finanziari; società di gruppi bancari; imprese di assicurazione autorizzate ad operare nel nostro paese);
  • crediti non cedibili e dunque non oggetto di ulteriori cessioni.

Ricordiamo infine che nella legge di conversione del Decreto Energia-Bollette (dl 17/2022), definitivamente approvata in Senato e attesa in GU per l’entrata in vigore è prevista una quarta cessione del credito, che possono compiere soltanto gli istituti di credito verso i propri correntisti, e soltanto se non c’era stata alcuna anteriore cessione prima del 2 maggio (non si può compiere la quarta cessione per operazioni in essere).