Supertassa da 600 euro per i clienti Enel, PostePay down e possibili guai con il Fisco per bonifici ai figli: tutti i temi caldi della settimana.

tassa clienti PostePay down bonifico figlio_

Brutte notizie in arrivo per i clienti Enel che con l’arrivo del nuovo anno rischiano di dover fare i conti con una supertassa da 600 euro. Ma non solo, molti utenti hanno dovuto fare i conti con diversi disservizi e malfunzionamenti sui sistemi di pagamento.

Se tutto questo non bastasse, bisogna prestare attenzione quando si fa un bonifico al figlio, in quanto vi è un gesto che potrebbe costare caro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito e soprattutto cosa sta succedendo.

Canone Rai, in arrivo super tassa fino a 600 euro per i clienti Enel

Pessime notizie in arrivo per molti clienti Enel che rischiano di dover fare i conti, con l’arrivo del nuovo anno, di una supertassa fino a 600 euro. Tutti coloro che non hanno provveduto a pagare il canone Rai nell’anno in corso, infatti, rischiano di dover pagare una supertassa dall’importo fino a 10 volte superiore rispetto al canone stesso. Il pagamento del Canone Rai, ricordiamo, avviene direttamente tramite bolletta della luce.

Tutti i contribuenti e clienti Enel che non hanno provveduto al relativo pagamento, pur avendo un apparecchio televisivo in casa, pertanto, rischiano una multa dall’importo variabile tra 200 e 600 euro. La cifra esatta verrà appositamente indicata nella bolletta di gennaio 2022. Ma non solo, è bene ricordare che coloro che hanno dichiarato il falso, autocertificando di non avere un televisore in casa, rischiano fino a due anni di carcere oltre a dover pagare la super tassa.

Per approfondire LEGGI >>> I clienti Enel tremano, super tassa prevista a gennaio: 600 motivi per iniziare a preoccuparsi

PostePay down, clienti in allerta: cosa c’è da sapere

Attimi di paura per molti clienti PostePay che hanno segnalato su Downdetector diversi disservizi e malfunzionamenti sui sistemi di pagamento. In particolare PostePay risulterebbe quindi inservibile per l’assolvimento della sua funzione primaria, ovvero per fare acquisti. Molti utenti, infatti, hanno segnalato il fatto di non poter effettuare pagamenti attraverso i sistemi PayPal e GPay.

Ma non solo, alcuni hanno segnalato anche l’impossibilità di effettuare la ricarica di altre prepagate. Non sono giunte spiegazioni ufficiali in merito, con il malfunzionamento che, molto probabilmente, non è stato altro che una conseguenza di un’operazione di manutenzione sul server generale.

Per approfondire LEGGI >>> PostePay down, brivido per i nostri soldi: cosa sta succedendo

Bonifico al figlio, occhio al Fisco: l’importanza della causale

Fare un bonifico al figlio è possibile, ma bisogna stare attenti, onde evitare spiacevoli inconvenienti con l’Agenzia delle Entrate. Ogniqualvolta si trasferiscono dei soldi a qualcuno, d’altronde, vi è sempre un motivo. Lo sa bene il Fisco che per questo volge un occhio di riguardo anche ai movimenti di denaro tra famigliari.

Questo avviene in quanto alcune operazioni potrebbero, ad esempio, nascondere tentativi di evasione fiscale. In particolare a far scattare l’allarme sono i bonifici senza causale oppure versamenti di piccoli importi che vengono effettuati con una certa frequenza.

Per approfondire LEGGI >>> Bonifico al figlio, occhio al Fisco: il gesto che potrebbe costarvi caro

Tutte circostante che potrebbero portare l’ente ad effettuare dei controlli. I soggetti interessati, comunque, possono difendersi presentando la documentazione ad hoc, che attesti, ad esempio, che si tratti di una donazione. In ogni caso, al fine di evitare problemi con il Fisco, il suggerimento è quello di specificare sempre la causale.