I clienti Enel tremano, super tassa prevista a gennaio: 600 motivi per iniziare a preoccuparsi

Prevista per i clienti Enel una supertassa da 600 euro. In molti devono cominciare a preoccuparsi soprattutto se non hanno pagato il Canone Rai.

super tassa Enel
Adobe Stock

Una stangata in bolletta potrebbe essere il pessimo regalo di inizio anno che l’Enel recapiterà via posta ai suoi clienti. Tutti i contribuenti che non hanno corrisposto il canone Rai nell’anno in corso, infatti, rischiano di dover pagare una supertassa dall’importo fino a 10 volte superiore rispetto al canone stesso. Ricordiamo che si tratta di una tassa obbligatoria per chi possiede un televisore ed è titolare di un’utenza elettrica. Gli esenti sono pochi dato che, ormai, quasi ogni famiglia possiede uno se non più apparecchi televisivi. Attenzione, dunque, il rischio di iniziare l’anno con una sanzione di 600 euro è dietro l’angolo.

Come funziona il pagamento del Canone Rai

Dal 2016 il pagamento del Canone Rai avviene direttamente tramite bolletta della luce. La svolta si è resa necessaria in seguito alla constatazione che tante persone non corrispondevano la tassa ignorando le direttive generali. Da cinque anni, dunque, ogni mese per dieci mesi leggiamo in bolletta l’importo versato per pagare l’imposta che corrisponde a 9 euro.

L’azienda fornitrice di energia elettrica, poi, informerà la società radiotelevisiva dell’avvenuto versamento. In caso di comunicazione non inviata la compagnia elettrica dovrà pagare annualmente 30 euro di multa. Tutti i contribuenti e clienti Enel che, invece, non hanno pagato il canone Rai pur avendo un apparecchio televisivo in casa rischiano una multa dall’importa variabile tra 200 e 600 euro. La cifra esatta verrà indicata nella bolletta di gennaio 2022. Ricordiamo, poi, che i cittadini che hanno dichiarato il falso autocertificando di non avere televisori rischiano fino a due anni di carcere oltre alla super tassa.

Leggi anche >>> Non solo il canone Rai: un’altra tassa potrebbe presto finire in bolletta

Clienti Enel esenti, cosa devono fare

I clienti Enel che non possiedono un apparecchio televisivo per la ricezione dei canali del digitale terrestre e satellitare, possono comunicare la loro situazione con un’autodichiarazione ed evitare, così, la super tassa da 600 euro. Tablet e computer non sono considerati apparecchi televisivi anche se è in dubbio che la situazione possa cambiare. Risultano esenti anche le persone con più di 75 anni e un reddito annuale non superiore a 6.713 euro.