È ufficialmente iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, con gli abitanti di alcune Regioni che devono già da questa settimana provvedere a sintonizzare i canali. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo dove.

Fonte: Pexels

La televisione è senz’ombra di dubbio uno dei mezzi di comunicazione più utilizzati e apprezzati. Non è un caso, quindi, che proprio questo dispositivo sia ormai presente in quasi tutte le case, permettendo di conoscere ciò che accade in ogni angolo del mondo in modo facile e veloce. A partire dai tg, passando per i film, fino ad arrivare alle partite di calcio, sono davvero tanti i tipi di trasmissione da poter vedere sul piccolo schermo.

Proprio per questo motivo è bene sapere che ci sono delle importanti novità in arrivo. In particolare è già iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, con gli abitanti di alcune Regioni chi si ritrovano a partire, già da questa settimana, con la necessità di dover aggiornare le frequenze. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le zone interessate e i canali da risintonizzare.

LEGGI ANCHE >>> IPTV, stangata per chi guarda Sky gratis: occhio alla fregatura

LEGGI ANCHE >>> Rivoluzione prezzi Sky, finalmente alla portata di tutti: le nuove tariffe

Nuovo digitale terrestre, importanti novità in arrivo: ecco chi deve aggiornare le frequenze

Fonte: Pexels

A partire da settembre 2021 il vecchio digitale terrestre verrà completamente sostituito dal nuovo. Si avrà quindi tempo fino al 30 giugno 2022 per terminare il graduale passaggio al nuovo standard. Un processo lento che ha già avuto inizio in alcune regioni italiane. A partire da questa settimana, infatti, le regioni Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta e Veneto si ritrovano a dover fare i conti con i primi cambiamenti.

In particolare gli abitanti di queste zone dovranno provvedere ad aggiornare le frequenze per via delle seguenti novità:

  • Lombardia: l’emittente SCH687 nel Mux Quenza passa all’H.264 (MPEG-4) con formato in alta risoluzione. Ma non solo, nei Mux Quenza 1 e Quenza 2 si assiste all’arrivo della nuova emittente Gea TV sul canale 688.
  • Emilia Romagna: dove l’emittente locale Teleboario si è estesa alle province di Parma, al canale 71, e Piacenza al canale numero 866.
  • Piemonte, Valle D’Aosta e Veneto: LA242, sul canale 242, cambia nome in LA242 China TV.