Farmaco per bambini introvabile prima dell’autunno: esiste una valida alternativa?

Il Nurofen sarà introvabile nelle farmacie almeno fino al 31 ottobre. Scopriamo le cause dell’assenza e qual è l’alternativa al medicinale.

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha inserito il Nurofen tra le medicine carenti nelle farmacie. L’emergenza proseguirà fino all’autunno.

Nurofen sciroppo
Adobe Stock

Nurofen sciroppo è un farmaco utilizzato per far abbassare la febbre nei bambini e combattere le infiammazioni. Il principio attivo, l’ibuprofene, agisce con rapidità ed efficienza dove altre medicine più blande non arrivano. Da qualche settimana, però, il prodotto è irreperibile nelle farmacie al pari del generico equivalente. L’Agenzia italiana del Farmaco ha, dunque, deciso di inserire la medicina tra i farmaci di cui si ha carenza. L’ente indica come data presunta per la fine dell’emergenza il 31 ottobre 2022. Dovremo attendere l’autunno inoltrato, quindi, per poter acquistare nuovamente il Nurofen. Ma qual è la causa del disagio e, soprattutto, quale medicinale comprare in sostituzione?

Nurofen, perché è sparito dalle farmacie

L’Agenzia italiana del farmaco ha segnalato la carenza del Nurofen lo scorso venerdì indicando come data ipotetica di fine della mancanza il prossimo 31 ottobre e come causa del disagio l’elevata richiesta oppure problemi produttivi. I motivi della scarsità delle scorte, dunque, rimangono generici e la filiale italiana della casa produttrice, la Reckitt Benckiser, non aggiunge dettagli interessanti.

Gli uffici di riferimento designano come causa della carenza la produzione contingentata ma non interrotta e una problematica nazionale di cui si ignora la tempistica della risoluzione. Sicuramente parte della “colpa” è legata anche al Covid (Omicron 5 sta provocando numerosi contagi). In caso di contagio, infatti, molti dottori stanno prescrivendo il farmaco per risolvere i dolori muscolari o la febbre alta. Da qui la carenza dell’antinfiammatorio per un aumento della domanda. Il problema per le famiglie è che mancano nelle farmacie anche i prodotti generici con cui sostituire il Nurofen.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Qual è l’alternativa più valida?

In assenza di Nurofen è consigliabile optare per il paracetamolo. La classica Tachipirina è capace di combattere un’infiammazione anche se con tempi più lunghi rispetto all’ibuprofene. Questo perché il paracetamolo ha un’azione principalmente antipiretica e meno anti infiammatoria. Solitamente, infatti, viene sostituito dall’ibuprofene nel momento in cui i risultati tangibili tardano ad arrivare. Il Nurofen guarisce più velocemente otiti o febbre alta ed è per questo che i genitori la preferiscono – naturalmente dietro consulto con il pediatra. Fino ad ottobre, però, sarà necessario rinunciarvi e ripiegare sul paracetamolo.