Tra gli artisti più amati e conosciuti del mondo della musica italiana, ecco quanto guadagna Albano Carrisi. Svelate le cifre che non ti aspetti.

Photo by Elisabetta Villa/Getty Images

Albano Carrisi, meglio conosciuto con il nome artistico Al Bano, è senz’ombra di dubbio uno dei cantanti più famosi e apprezzati del mondo della musica italiana. Artefice di numerosi brani di successo, come ad esempio Felicità e Ci sarà, vanta una carriera ricca di soddisfazioni. Non è un caso, quindi, che siano in molti ad essere curiosi di conoscere qualcosa in più sul noto artista, come ad esempio a quanto ammonti il suo patrimonio. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme chi è, la sua carriera e soprattutto quanto guadagna.

Albano Carrisi: chi è, altezza, carriera

  • Nome: Albano Antonio Carrisi
  • Altezza: 166 cm
  • Peso: circa 70 kg
  • Data di nascita: 20 maggio 1943
  • Luogo di nascita: Cellino San Marco, provincia di Brindisi

Nato a Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, il 20 maggio 1943, Albano Carrisi è alto 166 cm, pesa circa 70 kg ed è del segno zodiacale del Toro. Ha frequentato l’istituto magistrale “Pietro Siciliani” di Lecce, che decide di lasciare all’età di diciassette anni per trasferirsi a Milano. Lavora quindi presso il ristorante Il dollaro, frequentato da molti personaggi dello spettacolo. Proprio qui riesci a farsi conoscere dal produttore maestro Pino Massara, che lo invita a fare un provino presso la casa di produzione Celentano-Massara.

Incide così il suo primo disco La strada, cover di un brano di Gene Pitney nel 1965 per la Fantasy, e inizia ad esibirsi come spalla negli spettacoli di Adriano Celentano. Nel 1965 prende parte alla manifestazione Ribalta per Sanremo, per poi debuttare sul piccolo schermo grazie al programma Settevoci, un gioco musicale condotto da Pippo Baudo. Il 1967 vede Al Bano ottenere un grande successo con il brano Nel Sole. Proprio questo brano diventa anche un film, con protagonisti lui e Romina Power. Nel 1968 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con La siepe, ottenendo il premio speciale della critica e piazzandosi al nono posto.

Il 1969 vince il Disco per l’estate con Pensando a te. Sempre lo stesso anno incide, con Romina Power, i cori di Acqua di mare, mentre nel 1970,  Storia di due innamorati. A partire dal 1974 dà il via ad una collaborazione stabile proprio con Romina Power, con cui fonda una casa discografica, la Libra. Nel 1982 partecipano al Festival di Sanremo, con il brano Felicità, piazzandosi al secondo posto. Il 1984 vincono il Festival di Sanremo con “Ci sarà”, per poi concludere la collaborazione stabile con Romina Power nel 1995, dopo ben vent’anni di carriera artistica assieme.

Intraprende, quindi, la carriera da solista, calcando il palco dell’Ariston nel 1996 con il brano È la mia vita, scritto da Maurizio Fabrizio e Pino Marino. Torna al Festival con Verso il sole nel 1997 e Ancora in volo nel 1999. Il 2000 vede l’artista condurre con Annalisa Minetti e Giovanna Milella il Giubileo dei disabili su Rai 3. Nel novembre del 2006, inoltre, pubblica la sua autobiografia, scritta a quattro mani con Roberto Allegri, dal titolo È la mia vita. Il 2008 vede Al Bano partecipare al singolo di Caparezza Vieni a ballare in Puglia all’inizio del video. Prende parte al Festival di Sanremo 2009 con il brano L’amore è sempre amore, mentre all’edizione del 2011 si esibisce con il brano Amanda è libera, classificandosi al terzo posto e vincendo anche il premio “Miglior canzone per il 150º dell’Unità d’Italia” con il Va pensiero di Giuseppe Verdi.

Sempre nel 2011 ottiene 15 dischi di platino in Grecia per le vendite del CD Dyo fones mia psihi, registrato in duetto con il cantante greco Giannis Ploutarhos. Il 14 febbraio 2013 prende parte, in qualità di ospite, alla terza serata del Festival di Sanremo, e riceve un premio alla carriera che gli viene conferito dall’attrice Laura Chiatti. Nell’ottobre del 2013 torna a cantare con Romina Power per la prima volta dopo 16 anni, per poi organizzare il tour “Al Bano & Romina Power Reunion Tour 2014”. Il 10 febbraio 2015 torna a calcare il teatro Ariston assieme a Romina Power, ricevendo il premio Targa Ambasciatore del Festival di Sanremo nel mondo.

Il 29 maggio 2015 fanno il loro primo concerto in Italia all’Arena di Verona, mentre nel febbraio del 2017 Albano Carrisi partecipa al Festival di Sanremo con il brano Di rose e di spine, aggiudicandosi il premio “Giancarlo Bigazzi” per il miglior arrangiamento. Nel gennaio del 2020 è uno dei concorrenti del programma Il cantante mascherato. Sempre lo stesso anno è ospite, assieme a Romina Power, della puntata del 4 febbraio del Festival di Sanremo, dove presentano il loro nuovo singolo Raccogli l’attimo scritto da Cristiano Malgioglio, che anticipa l’omonimo album uscito il 7 febbraio. Dal 27 novembre al 20 dicembre 2020, inoltre, ha ricoperto il ruolo di giudice a The Voice Senior assieme alla figlia Jasmine.

LEGGI ANCHE >>> Simona Ventura, quanto guadagna una delle conduttrici più amate della TV italiana

Albano Carrisi: vita privata, ex, moglie, figli

Per quanto riguarda la vita privata di Albano Carrisi, il cantante è convolato a nozze nel 1970 con Romina Power. Dalla loro storia d’amore sono nati quattro figli, ovvero Ylenia nel 1970, Yari Marco nel 1973, Cristèl nel 1985 e Romina Jr. Jolanda nel 1987. Nel 1994 la primogenita Ylenia è scomparsa in circostanze misteriose mentre si trovava a New Orleans. Nel febbraio del 1999 Al Bano si separa legalmente, dopo 29 anni di matrimonio, dalla moglie.

In seguito il cantante ritrova la felicità al fianco di Loredana Lecciso. Dalla loro storia d’amore sono nati due figli, ovvero Jasmine nel 2001 e Albano Jr., detto Bido, nel 2002. La coppia ha avuto alti e bassi fino ad arrivare ad annunciare la separazione. Poco più di un anno fa, però, Albano Carrisi e Loredana Lecciso hanno fatto sapere di essere tornati assieme. La stessa showgirl, al settimanale Di Più, infatti, aveva dichiarato: “L’amore è tornato, ma non parlerei di un ritorno di fiamma. Le fiamme le vivono gli adolescenti. Abbiamo fatto tanti errori, so che in passato l’ho anche deluso, me ne dispiace, ma ora è tutto molto diverso“.

Albano Carrisi: quanto guadagna e patrimonio

Come spesso accade quando si tratta di artisti particolarmente noti e apprezzati del mondo della musica, non è dato sapere a quanto ammontino per l’esattezza il patrimonio e i guadagni di Albano Carrisi. Vista la sua carriera all’insegna del successo, però, è possibile ipotizzare che si tratti di cifre non affatto indifferenti. In particolare, come riporta Money, sui guadagni del noto artista circolano varie indiscrezioni.

Stando ad alcuni rumors, ad esempio, sembra che per partecipare assieme a Romina Power, in qualità di super ospite, a Sanremo 2020, la coppia abbia percepito un gettone di presenza superiore a 50 mila euro. L’artista, inoltre, ha diverse proprietà sparse tra il Sud Italia e una propria azienda vinicola, con sede nel suo paese natale. Attraverso il sito ufficiale, quindi, è possibile acquistare bottiglie di vino rosso e bianco, con un costo compreso tra i 12 e i 60 euro, ma anche olio e grappa.

Ma non solo, nel corso di un’intervista rilasciata qualche tempo fa all’Agi, lo stesso Al Bano, parlando dell’assegno pensionistico ha dichiarato: Il mio assegno ammonta a 1470 euro al mese. Fino a qualche mese fa erano soltanto 1370. Non capisco come sia possibile visto che nella mia vita ho sempre versato i contributi, fin da quando ero contadino qui in Puglia e poi metalmeccanico a Milano“.

LEGGI ANCHE >>> Il Volo, quanto guadagnano i tre prodigiosi cantanti di fama internazionale

Albano Carrisi: Instagram

Tra gli artisti più apprezzati e conosciuti del mondo della musica nostrana, non si trovano su Instagram profili con la ormai famosa spunta blu. Tante comunque sono le pagine a lui dedicate dai fan. Lo stesso cantante, d’altronde, qualche anno fa aveva annunciato  la chiusura di tutti i suoi profili social attraverso un post con cui scriveva: “Carissimi Amici e Nemici Haters, ho deciso di prendere una giusta pausa di riflessione chiudendo i miei profili Facebook, Instagram e Twitter! I motivi sono evidenziati dalle assurde ed inaccettabili reazioni quotidiane piene di odio, rozzezza e violenza nei miei confronti e dei miei cari“.