La Carta Libretto è collegata ai Libretto di risparmio postale e Smart. Può essere utilizzata presso tutti gli uffici postali italiani.

Poste Firma digitale

La Carta Libretto è collegata al circuito Postamat e viene utilizzata:

  • per prelevare e versare denaro
  • per controllare il saldo e la lista dei versamenti
  • per effettuare operazioni di girofondi sui Libretti di risparmio Smart.

A seconda che il titolare sia in possesso di un libretto di risparmio Smart od Ordinario, le funzionalità della relativa carta saranno diverse. Per esempio nel caso di libretto Smart è prevista la possibilità per il titolare di effettuare fino a cinque accantonamenti giornalieri con tassi premiali sulle giacenze accantonate.

Può essere richiesta all’Ufficio Postale presso il quale si è aperto il libretto di risparmio, anche nel caso si abbia aperto un libretto in forma dematerializzata. In caso di libretto online, la carta libretto viene associata in automatico e quindi rilasciata immediatamente. Non tutti i titolari di un libretto di risparmio possono averla. Non potrà essere rilasciata in caso di libretto cointestato e a firma congiunta, se al momento della sottoscrizione non si è stati abilitati a operazioni disgiunte.

LEGGI ANCHE >>> Pagamenti online con carta di credito: cosa cambia dal 1° gennaio 2021

LEGGI ANCHE >>> Postepay, le carte prepagate di Poste: la guida completa

I costi di Carta Libretto: fare attenzione solo ai prelievi

Questa carta è a zero spese. Non si dovrà sostenere nessun costo nè di attivazione, nè di commissioni sui prelievi e versamenti.

Ha però dei limiti per quanto riguarda il prelievo presso gli ATM sul circuito Postamat. Infatti non si potrà prelevare più di 600 euro al mese e 2.500 euro al mese. Possono essere effettuate fino a 40 operazioni con una sola scrittura.

Carta libretto: i pagamenti online e all’estero

Carta Libretto non può essere utilizzata all’estero in quanto è legata al circuito Postamat. In questo caso si consiglia di prelevare sufficiente denaro prima della partenza o decidere di utilizzare carte di credito, debito o prepagate.

Non si possono fare acquisti online, in quanto è strettamente legata al libretto di risparmio a cui appartiene.

Carta libretto: cosa fare quando è bloccata o non abilitata

Può succedere infine che la carta libretto risulti bloccata o non abilitata. Possono esserci tre motivazioni:

  • La prima riguarda il fatto che si è raggiunto il numero massimo di operazioni. In questo caso infatti il blocco è automatico e per provvedere allo sblocco ci si dovrà recare presso l’ufficio postale che provvederà ad aggiornare il libretto cartaceo.
  • Scadenza della Carta Libretto. Anche in questo caso ci si dovrà recare presso l’ufficio postale per il ritiro della nuova carta, presentando il codice Pin ricevuto via posta qualche settimana prima della scadenza della carta stessa.
  • Ultima variabile riguarda il QAV, Questionario Adeguata Verifica, cioè quel documento obbligatorio che può non essere ancora stato attivato. Anche in questo caso sarà necessario recarsi presso l’ufficio postale e sottoscrivere la documentazione del QAV prima di provvedere allo sblocco della carta.

Cosa fare in caso di furto o smarrimento della Carta Libretto

In caso di furto o smarrimento si dovrà procedere al blocco della carta chiamando in numero verde dall’Italia 800 00 33 22, dall’estero +39 02 82 44 33 33 impedendo così i prelievi da parte di terze persone. Sarà necessario poi recarsi presso l’ufficio postale per avviare la procedura per il rilascio di una nuova carta, portando con sé copia della denuncia, codice fiscale e documento d’identità in corso di validità.

Nel caso in cui la carta non funzioni o si sia smagnetizzata, si dovrà avviare la procedura di sostituzione. Basterà recarsi presso l’ufficio postale con i documenti necessari per identificare il titolare della carta e libretto a cui la carta era legata.

A questo punto la carta libretto smagnetizzata verrà tagliata e la Poste procederanno all’invio presso il domicilio di una nuova carta. I tempi possono variare dai tre ai quindici giorni, nel caso non si volessero rischiare problemi durante la spedizione è preferibile il ritiro presso l’ufficio postale.

L’assicurazione contro il furto della Carta Libretto

Al momento dell’apertura del libretto di risparmio, la Carta Libretto viene automaticamente assicurata contro il furto di contante, utile soprattutto nel caso in cui si accrediti la pensione. Questa assicurazione prevede che se un soggetto preleva presso gli uffici postali o presso gli sportelli automatici Postamat per le due ore successive, si è coperti da tale assicurazione contro il furto per un massimo di 700 euro annui. Per poter accedere a questa copertura assicurativa però non sarà semplice dimostrare l’avvenuto furto, sarà in ogni caso necessario copia della denuncia di furto effettuata presso le forze dell’ordine.