Isee, cosa rischia chi non fa la dichiarazione: la verità che non ti aspetti

Attenzione, cosa si rischia nel caso in cui non si provveda a fare la dichiarazione Isee? Ecco la verità che non ti aspetti.

Acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente, l’Isee si rivela essere particolarmente utile per poter beneficiare di diversi bonus. Ma cosa si rischia nel caso in cui non si provveda a fare la relativa dichiarazione? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Isee mancata dichiarazione
Foto © AdobeStock

Sono ormai oltre due anni che ci ritroviamo alle prese con tutta una serie di eventi che hanno un impatto negativo sulle nostre esistenze, sia dal punto di vista sociale che economico. Non parliamo solo del Covid, ma anche del conflitto tra Russia e Ucraina e dell’aumento generale dei prezzi. Proprio in questo difficile contesto, purtroppo, sempre più famiglie si ritrovano alle prese con una grave crisi economica.

Da qui la decisione del governo di mettere a disposizione vari contributi economici, volti ad aiutare le persone maggiormente in difficoltà. A tal fine, a rivestire un ruolo fondamentale, si annovera senz’ombra di dubbio l’Isee. Ebbene, proprio soffermandosi su quest’ultimo sorge spontanea una domanda: cosa si rischia nel caso in cui non si provveda a fare la dichiarazione Isee? Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Isee, cosa rischia chi non fa la dichiarazione: tutto quello che c’è da sapere

In presenza di Isee particolarmente bassi, come noto, è possibile beneficiare di aiuti e sussidi di vario genere. A tal fine è necessario aggiornare ogni anno le informazioni inerenti la propria situazione economica attraverso l’Isee. Nella DSU, infatti, devono essere presenti non solo i dati anagrafici ma anche quelli reddituali e patrimoniali del proprio nucleo famigliare.

Nel caso in cui il valore Isee non superi certe soglie, quindi, è possibile beneficiare di particolari bonus e agevolazioni. Data la sua importanza, quindi, è facile intuire il motivo per cui si riveli essere molto importante prestare attenzione a non commettere errori quando si compila la Dichiarazione sostitutiva unica.

Questo soprattutto considerando che, come abbiamo già avuto modo di vedere, in caso di incongruenze fra il reddito dichiarato nella DSU e quello accertato dall’INPS e dall’Agenzia delle Entrate si rischia di dover fare i conti con delle gravi conseguenze.

Sempre in tale ambito, inoltre, sorge spontanea una domanda: cosa si rischia nel caso in cui non si provveda a fare la dichiarazione Isee? Ebbene, come è facile intuire, in caso di mancata richiesta dell’Isee non è possibile beneficiare di diversi sussidi e agevolazioni che richiedono, appunto, di non superare una certa soglia, così come si evince proprio da tale certificato.