La Carta di Identità Elettronica può sostituire lo SPID? Sveliamo la risposta

Chi è in possesso della Carta di Identità Elettronica deve richiedere anche lo SPID per poter accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione?

carta di identità elettronica
Web

La tecnologia avanza senza ostacoli da ormai parecchi anni. La documentazione cartacea sta lasciando sempre più il posto al formato elettronico e le operazioni che possono essere svolte solamente o anche online aumentano e coinvolgono ogni aspetto della nostra vita. I progressi della vita scolastica dei figli si seguono sul registro elettronico, i pagamenti delle bollette possono avvenire telematicamente, le candidature a posizioni aperte si inviano attraverso portali web e anche per accedere ai servizi dell’INPS, fondamentali per lavoratori e pensionati, occorre munirsi di identità digitale.

Carta di Identità Elettronica vs SPID

L’identità digitale serve per un rapido riconoscimento telematico nel caso in cui si desideri accedere a diversi servizi della Pubblica Amministrazione oppure per effettuare varie operazioni sul web. L’identità digitale si ottiene con la Carta di Identità Elettronica, con lo SPID e con la Carta Nazionale dei Servizi. Nel 2021 le richieste di SPID sono aumentate vertiginosamente da quando si è diffusa la notizia che l’accesso all’INPS non sarebbe più stato possibile con il PIN. Eppure, per entrare nel sito è possibile usare la CIE. Da qui il dubbio dell’utilità di ottenere lo SPID se si è già in possesso della Carta di identità Elettronica. Il problema è che non esiste una risposta univoca dato che ogni servizio avanza una richiesta specifica che nel 90% dei casi consente l’accesso sia con SPID che con CIE ma nel 10% permette l’identificazione solo con il Sistema per l’Identità Digitale.

Leggi anche >>> SPID, la soluzione di Poste Italiane conviene? Scopriamo come funziona

Cosa si può fare con la CIE

La CIE consente di svolgere molte operazioni e ha tante potenzialità. Il microchip presente sulla carta permette di essere riconosciuti tramite lettore contactless oppure smartphone o tablet con interfaccia NFC. Con la Carta di Identità Elettronica si può accedere ai servizi digitali del proprio comune – e richiedere, per esempio, il Bonus Spesa – oppure si può effettuare il check-in presso le strutture ricettive. In più, la CIE consente l’identificazione presso negozi, operatori finanziari, istituti di varia natura e permette l’accesso sui mezzi di trasporto. Diversi musei si stanno attivando per il caricamento dei biglietti direttamente sulla CIE e la stessa cosa potrebbe accedere per eventi sportivi o altri spettacoli.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La CIE può servire sul luogo di lavoro come badge e per accedere a tanti servizi della PA e di enti accreditati. La lista completa di tutte le istituzioni accreditate che permettono la presentazione della Carta di Identità Elettronica al pari dello SPID si può visualizzare sul portale del Ministero dell’Interno nella sezione “Federazione Erogatori Servizi”.