Non solo mobili naturalmente. Per vendere online occorre sapere come posizionarsi e, soprattutto, cosa non fare.

Mobili usati
Foto di Vincent Ciro da Pixabay

A chi piace lo stile classico, a chi il moderno. Altri ancora preferiscono l’arte povera, mentre qualcuno predilige il naif. Forse non sempre ci si pensa ma il web potrebbe essere il posto perfetto anche per rifare il look alla propria abitazione. Una volta si parlava di pulizie di primavera, adesso sembra essere l’estate il periodo giusto per dare una rassettata alla propria abitazione. Magari anche per spulciare le rete e cercare di capire se vi siano delle buone occasioni non solo per comprare, ma anche per vendere. E attenzione: non solo vestiti e oggettistica varia possono passare sotto l’occhio attento degli acquirenti di internet.

Se è vero che possono essere acquistati, è anche vero che i mobili possono essere venduti. E, solitamente, quando decidiamo di mettere in vendita quelli in nostro possesso, si tratta di pezzi ancora in buono stato, se non perfetto. Questo vale naturalmente anche per gli altri, anche perché dei mobili in brutte condizioni non farebbero gola. Come tutte le vendite, però, c’è bisogno di qualche strategia vincente. Poche ma buone, utili a non fare passi falsi e, soprattutto, a non far impolverare i mobili in soffitta.

LEGGI ANCHE >>> Monete rare e vecchie Lire, attenzione: il gesto che potrebbe costarvi caro

Mobili usati, le strategie migliori per vendere (e comprare) online: cosa fare e cosa no

I canali tradizionali della vendita non hanno perso di validità, nonostante l’avvento dell’online. Tuttavia, va da sé che un annuncio messo sui siti internet giusti allargherebbe a dismisura il ventaglio dei possibili acquirenti. Portali come Ebay, Kijiji o Subito rappresentano il top in questo senso. Su questi siti si può davvero trovare di tutto, soprattutto perché sono numerosissimi gli utenti che possono intervenire e posizionare il proprio annuncio in modo gratuito, fatta eccezione per i servizi accessori o speciali. Canali che consentono di giungere direttamente all’acquirente senza passare per intermediari, consapevoli però di incorrere in una fitta concorrenza. Diversa la situazione se si dovesse optare per il passaparola o, meglio ancora, per il mercatino dell’usato.

LEGGI ANCHE >>> Bonus Vacanze, strategie di spesa: una mano anche alle agenzie di viaggio

Chiaro che la visione diretta del mobile o del bene che sia, consente di averne un’immediata contezza e, magari, accelerare le procedure d’acquisto. Qualora si volesse ricorrere all’online, tuttavia, è bene avere qualche indicazione. Innanzitutto, quella di posizionare l’oggetto sui canali giusti e con le giuste pertinenze, così da convogliare al massimo il bene nella direzione giusta. Inoltre, è bene fornire una descrizione esauriente dell’oggetto, assieme a foto dettagliate. Informazioni incomplete indurrebbero il potenziale acquirente a passare oltre. Infine il prezzo. Equità è la parola d’ordine. Mai esagerare su questo aspetto: il cliente se ne accorgerebbe.