Le nuove norme sulla privacy porteranno ad importanti novità per gli utenti di tutto il mondo. Cosa succederà.

Niente più Whatsapp e non si accettano le regole sulla privacy imposte da Facebook. L’app di messaggistica, tra le più utilizzate al mondo, infatti, è oggi di proprietà di Facebook, e quest’ultima ha ben pensato di utilizzare informazioni, dati e quant’altro dei suoi utenti, per fini commerciali e di altro genere. Ovviamente, all’utente viene chiesto di accettare le nuove disposizioni in materia di privacy, quindi si può liberamente accettare o rifiutare.

Cosa succede se si rifiuta? Bhe, secondo esperti del settore e secondo quello che è trapelato, si dovrebbe andare verso una riduzione delle funzioni della stessa app per quelli che non accettano le nuove disposizioni. Un blocco graduale di alcune funzioni e la certezza di non utilizzare più la piattaforma come prima. Tutto molto semplice, insomma. Questo per quel che riguarda i paese extraeuropei, o almeno gran parte di essi. In Europa il discorso potrebbe essere diverso.

LEGGI ANCHE >>> Netflix, allarme falsa app su Whatsapp: come funziona e come riconoscerla

Whatsapp detta le regole: cosa accadrà davvero il prossimo 15 maggio

A questo punto, tutti si chiedono cosa possa accadere concretamente il prossimo 15 maggio, ultimo giorno utile per accettare le nuove disposizioni di Whatsapp in materia di privacy. Succederà quello che è trapelato, che in pratica l’azienda abbasserà la qualità e la funzionalità della piattaforma per quelli che no si adegueranno alla decisione presa da Facebook. Tutto molto semplice e prevedibile. Almeno se ci mette nei panni dell’azienda.

L’Europa al momento potrebbe essere salva da questi nuovi provvedimenti, fuori da questa logica che vede Facebook padroneggiare su qualsiasi cosa. Questo, grazie alla regole che sono in vigore nella maggior parte dei paesi del vecchio continente.

LEGGI ANCHE >>> Per due anni paga le bollette di un altro, la truffa da non credere

Per ora, insomma, siamo salvi, ma non è detta l’ultima parola. Certe aziende, fanno ciò che vogliono e prima o poi, riescono ad arrivare al loro obiettivo principale.