C’era molta attesa per la mozione presentata da Fratelli d’Italia per sospendere il bonus cashback. Ecco come è andata

CashbackCon 114 NO, viene bocciata al Senato, la proposta di Fratelli d’Italia, di eliminare il bonus Cashback, nonostante gran parte del governo Draghi fosse d’accordo.

Ricordate cos’è il “cashback“?
È un piano di rimborsi creato dall’esecutivo, durante il governo di Giuseppe Conte. Quest’iniziativa potrebbe finire prima del tempo, nonostante  la grande partecipazione dei cittadini.

La misura, creata a dicembre, per l’iniziativa l’extracashback di Natale è stata apprezzata così tanto dagli italiani che il governo ha continuato per altri mesi. Ma al principale partito d’opposizione, primo tra i sondaggi e preferenze, Fratelli d’Italia, vede in quest’iniziativa, una misura sterile che può essere migliorata e questi soldi possono essere investiti in qualcosa di più opportuno.

LEGGI QUI >>> Bonus Baby sitter, l Inps fa la conta: ecco chi resta fuori

Ieri nella sala del Parlamento, si è discussa la mozione presentata a prima firma dal senatore Luca Ciriani di Fratelli d’Italia –  cofirmata da parlamentari di Lega Nord  e Forza Italia per sospendere il cashback.

L’iniziativa Cashback è stata introdotta a fine gennaio, prima dell’insediamento di Mario Draghi al governo, ma i firmatari non hanno cambiato idea. Perché eliminare il bonus?

Nel testo presentato ieri, vengono elencati una serie di motivi per cui il contante è ancora un metodo di pagamento fondamentale e viene sottolineato che non c’è nessuna evidenza che il cashback contrasti realmente l’evasione.

L’obiettivo della mozione presentata, sottoscritta da tutto il centrodestra , era destinare la somma per questa misura (circa 5 miliardi di euro), per sostenere il tessuto produttivo e dare respiro alle categorie economiche maggiormente colpite dalle restrizioni e dalle chiusure del Governo.

LEGGI QUI >>> Politica sull altalena: chi sale e chi scende, un dato clamoroso dall ultimo sondaggio

«Chi vota no si assume la responsabilità di dire ai cittadini di non lamentarsi perché hanno la riffa, la lotteria degli scontrini e lo spreco vergognoso del cashback che qualcuno ha deciso di non dare a chi lo merita, a chi soffre, a chi sta per chiudere e a chi fa sacrifici». Queste le parole  della senatrice Isabella Rauti in Aula presentando la mozione di FdI

Per questi motivi, per cui la mozione chiedeva al governo a sospendere il piano Cashback.