Non solo Trump: Twitter si è affrettato a cancellare gli account di diversi attivisti della teoria complottista, QAnon

Twitter: strage di account, non solo Trump tra i 'bloccati'
Trump Twitter (Fonte foto: web)

Twitter non fa sconti. Dopo aver “sospeso in modo permanente” l’account di Donald Trump, continua con i ban verso pagine ed account privati. L’obiettivo è quello di frenare il cosiddetto fenomeno QAnon, teoria complottistica della destra americana.

La stessa compagnia, ha fatto sapere che tra gli altri, ha sospeso gli account di Michael Flynn, Sidney Powell, Ron Watkins e di altri attivisti sostenitori dell’ormai ex presidente della Casa Bianca.

Leggi anche>>> L’iniziativa Amazon: se sei loro dipendente ti aiutano a comprare casa

Leggi anche>>> Privacy, stangata per Twitter: la violazione costa una maxi-multa

Account vicini a Trump sospesi: Twitter non si ferma

Secondo la teoria complottistica del QAnon, esisterebbe un gruppo di potenti, il cosiddetto Deep State, la cui principale preoccupazione sarebbe ostacolare Donald Trump e i suoi sostenitori, per proteggere il Nuovo Ordine Mondiale.

I principali social network si sono allontanati e dissociati dal propagarsi di tali assurde tesi, soprattutto dopo gli accaduti di Capitol Hill. Mentre però, Instagram e Facebook hanno bloccato gli account di Trump per sole due settimane, Twitter ha deciso di andare fino in fondo.

Questa, la comunicazione del social dei cinguettii, per quanto riguarda i nuovi blocchi sui profili: “Gli account sono stati sospesi in linea con la nostra politica sulle attività considerate nocive. Siamo stati chiari sul fatto che intraprenderemo una forte azione di contrasto ai comportamenti che possono potenzialmente portare a danni offline e, dato il rinnovato potenziale di violenza che circonda questo tipo di atteggiamenti, nei prossimi giorni sospenderemo definitivamente gli account che sono esclusivamente dedicati alla condivisione di contenuti QAnon”.

Chi sono Flynn, Powell e Watkinson

Michael Flynn è un tenente generale dell’esercito in pensione ed ex consigliere per la sicurezza nazionale di Trump. Sidney Powell invece fu colui che diede assistenza all’avvocato di Trump nell’opposizione sul fronte giudiziario ai risultati delle elezioni presidenziali. Infine, Ron Watkins, amministratore del sito 8kun, ovvero uno dei principali siti dai quali sono partite le tesi complottistiche.