Bonus 200 euro già nella busta paga di giugno: non è solo una speranza

È possibile avere il bonus 200 euro con la busta paga di giugno? Ebbene, la risposta è affermativa ma è meglio fare chiarezza.

Misura particolarmente attesa, sono in molti a chiedersi se è possibile avere il bonus 200 euro una tantum con la busta paga di giugno. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonus 200 euro busta paga
Foto © AdobeStock

“L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”, recita l’articolo 1 della Costituzione del nostro Paese. Grazie al lavoro, in effetti, abbiamo la possibilità di attingere al denaro di cui si necessita per poter pagare i vari beni e servizi di nostro interesse.

Dall’altro canto, complice anche l’aumento generale dei prezzi con rincari fino al 43% sono tanti, purtroppo, a riscontare delle difficoltà a far fronte alle varie spese. Proprio in tale contesto non stupisce che siano in molti ad attendere con impazienza il bonus 200 euro una tantum, tanto da chiedersi se potrà essere erogato già con la busta paga di giugno. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bonus 200 euro nella busta paga di giugno? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Misura nuova di cui in molti sono in attesa, diversi sono anche i dubbi in merito all’erogazione del bonus 200 euro una tantum. In particolare abbiamo già visto insieme come siano in molti a chiedersi se hanno diritto al bonus 200 euro sia la moglie che il marito oppure spetti solamente ad una persona per nucleo famigliare.

Ma non solo, sempre in tale ambito, come già detto, sono in tanti a chiedersi se il bonus 200 euro una tantum introdotto dal governo a guida Draghi potrà essere erogato già con la busta paga di giugno. Ebbene, la risposta è affermativa, tuttavia è bene fare chiarezza in merito.

Come sottolineato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale con il messaggio numero 2397 del 13 giugno 2022, infatti, l’articolo 31 del Decreto Aiuti dispone che tale indennità “è riconosciuta per il tramite dei datori di lavoro nella retribuzione erogata nel mese di luglio 2022” e che “nel mese di luglio 2022, il credito maturato per effetto dell’erogazione dell’indennità […] è compensato attraverso la denuncia” Uniemens.

Ne consegue quindi, come sottolineato su Tuttolavoro24, che il bonus 200 euro una tantum non deve essere erogato necessariamente con il cedolino di luglio, bensì che venga erogato nel corso del mese di luglio 2022. Per questo motivo i lavoratori che si vedono pagare il lavoro svolto nel corso del mese di giugno a luglio, potranno beneficiare del bonus 200 euro una tantum proprio con il cedolino paga di giugno.