Banconote, la bella 1000 Lire: oggi vale più dell’oro, rovista nei cassetti

Alcune banconote restano imprescindibilmente legate a quella che è l’identità, il tratto distintivo, la storia del paese che di fatto le hanno prodotte. Parliamo di legami che non si possono raccontare con facilità. Rapporti complessi, identificazioni per l’appunto che scaturiscono da decenni di quotidiana vicinanza, attraverso momenti d’ogni genere. Epoche, porzioni di storia che passano e restano impresse nella mente e nel cuore dei protagonisti diretti. Un legame indissolubile, vivo, ai limiti dell’infinito.
Banconote lire
Adobe

L’Italia e la lira rappresentano senza ombra di dubbi una delle più belle storie che il novecento, e non solo, ha saputo raccontarci. Ci troviamo di fronte ad un legame che ha saputo identificare, attraversare e superare in un certo senso qualsiasi avversità imposta alla storia, dal corso degli anni, dagli eventi dalle stagioni politiche di qualsiasi natura. La lira ha affrontato l’unità d’Italia, le guerre, la dittatura e poi la rinascita di un paese. Italiani e lira, insieme si sono simbolicamente fatti coraggio ed hanno scavato le più alte vette l’uno accanto all’altra.

Nell’immaginario collettivo italiano, ciò che fa parte in un certo senso di quella cultura di massa di una intera popolazione i riferimenti alla vecchia 1000 lire si sprecano. Il mondo della musica le rende omaggio, cosi come quello del cinema e quello della televisione. Banconota che ha saputo legare a meraviglia con quei cittadini che quotidianamente a caccia di speranza e nuovi orizzonti hanno saputo a loro volta ricercare in quell’immagine l’ambizione forse perduta. La guerra, gli anni della rinascita, il boom economico. La vecchia lira ha saputo rialzarsi cosi come tutta l’Italia, sempre alla ricerca di nuove sfide.

L’ultima versione della 1000 lire, prima dell’arrivo della moneta unica comunitaria è quello che spesso manda letteralmente in estasi gli appassionati di tutto il mondo. Serie introvabili, valore aumentato incredibilmente. Un pezzo di storia che ancora fugge dalle mani di chi vuol conservarlo per sempre.

La vecchia 1000 oggi vale una fortuna: l’ultimo esemplare con Maria Montessori

1000 lire Montessori
Adobe

L’immagine alla quale fino alla fine degli anni ottante abbiamo rimandato per anni la nostra mente è sicuramente quella di Marco Polo, penultimo esemplare di 1000 lire stampato nel nostro paese. L’ultimo, in assoluto è stato invece stampato in un arco di tempo compreso tra il 1990 ed il 1998. Protagonista, impressa sulla stessa banconota è Maria Montessori, scienziata, educatrice italiana conosciuta e stimata in tutto il mondo. I suoi metodi educativi rappresentano infatti, ancora oggi, uno dei punti più alti del relativo ambito.

“Bambini allo Studio, una raffigurazione di Armando Spadini realizzata nel 1918, occupa la parte posteriore della banconota, una splendida immagine che ancor di più stabilisce la cifra dell’omaggio che lo Stato Italiano vuole portare nei confronti della donna, tra le più rilevanti figure che il nostro paese possa vantare. Una banconota che insomma ha preceduto l’ingresso ufficiale in circolazione dell’euro e che quindi occupa di fatto l’ultimo ricordo associato alla vecchia lira. La banconota più semplice, più popolare che anche i bambini dell’epoca certamente ricorderanno, banconota che negli anni ha visto aumentare non poco il proprio valore.

Negli ultimi anni, la serie sostitutiva che generalmente, cosi come è semplice immaginare contribuisce a sostituire i vecchi esemplari logorati in circolazione, contraddistinta dalla lettera iniziale X, ha raggiunto valutazioni molto alte. La versione classica, quella ad esempio del 1990 è ferma al momento ad una valutazione che va dai 5 ai 30 euro. Le serie in questione sono quelle con le lettere iniziali XA, XB, XC e XD. Discorso diverso per le serie citate in precedenza, quelle con la lettera X, la cui valutazione oggi può raggiugere con un esemplare in perfette condizioni di mantenimento anche quota 200 euro.

Banconote che hanno lasciato il segno, tratti immortale che per sempre saranno legati al popolo italiano. La mille lire, l’ultima mille lire, quella dell’addio insomma, continua a far battere il cuore dei collezionisti che da ogni parte del mondo provano a tentare l’affare della vita, andando a cercare gli ultimi pezzi ancora disponibili in Italia e non solo.