Una possibilità molto concreta, quella di ritrovarsi una banconota falsa tra le mani. Cosa succede in quei casi?

Adobe Stock

Non è impossibile trovarsi all’improvviso con tra le mani una banconota falsa. La circolazione di denaro contante è ancora una pratica più che comune e quindi di conseguenza non sarebbe difficile trovarsi in una simile situazione. Il problema, in questi casi nasce però quando la persona, truffata, in possesso del titolo falso, decide di rimettere in circolo la banconota stesso. Anche il truffato a questo punto sarà perseguibile a norma di legge.

A questo punto è importante avere ben presente che la persona che da vittima passa ad essere di fatto colei che di nuovo mette in circolazione una banconota falsa, sperando in qualche modo di passare la patata bollente a qualcun altro è ugualmente punibile a norma di legge. In ogni caso la cosa migliore da fare, sempre e comunque è denunciare quanto accaduto e provvedere alla consegna della banconota incriminata a chi di dovere.

Banconote false, come comportarsi in caso di raggiro subito

Ciò che può risultare complicato per chi subisce il raggiro, per mettersi al riparo da eventuali problemi con la giustizia è probabilmente proprio il riscontro della banconota falsa. Nel senso che si potrebbe inconsapevolmente passare una banconota ricevuta ad una terza persona, senza saperlo quindi, senza immaginare di stare compiendo un reato vero e proprio. Rischiare, di fatto, un serio coinvolgimento senza nemmeno esserne realmente consapevole. Rischiare la propria fedina penale per qualcosa che nemmeno si è in grado di riconoscere e valutare.

LEGGI ANCHE >>> Falso Trading Online: come difendersi dalle truffe ed evitare di versare lacrime amare

La cosa migliore da fare, sempre e comunque, una volta consapevoli del reato che di cui ci si sta macchiando, mettendo in circolo banconote false, è denunciare, rivolgersi alle forze dell’ordine o riconsegnare la banconota ad uno sportello bancario o postale. Il rischio concreto è di essere condannati a 6 mesi di reclusione e ad una pena pecuniaria di poco più di 1000 euro. Il rischio di ritrovarsi in brutti guai è assai concreto. Un rischio silenziosi, di quelli complicati da considerare.