Più di trecento i siti oscurati dalla Consob in un anno. Le truffe sono dietro l’angolo e quelle legate al Trading Online sono particolarmente pericolose.

Adobe Stock

Il trading online è una pratica di investimento ampiamente diffusa che coinvolge non solo esperti investitori ma anche trader alle prima armi. La facilità con cui si impara a praticare trading sulle apposite piattaforme di broker spinge, infatti, un numero sempre crescente di persone a dilettarsi nella speculazione. Il trading online, però, non è un gioco e i rischi di perdita del capitale sono elevati specialmente se non ci si affida ai broker giusti.

Leggi anche >>> Social trading: investire senza correre rischi, ecco come fare

I siti truffa in internet: il pericolo del trading online

Web

Quando in gioco ci sono i risparmi di una vita occorre fare molta attenzione alle attività online. La pubblicità massiccia che invoglia a praticare trading non deve fare abbassare la guardia e fidarsi del primo portale che si trova sul web. Molti truffatori, infatti, creano siti che sembrano professionali e seri ma che in realtà nascono unicamente con l’intento di derubare trader poco accorti.

Il falso trading è, purtroppo, un pericolo che ha già ridotto sul lastrico numerose famiglie ed è per questo motivo che si rende indispensabile saper distinguere la truffa dall’onestà. Bastano poche accortezze per identificare i portali gestiti da organizzazioni criminali internazionali (oppure da piccoli truffatori) e i siti di broker affidabili e, soprattutto, autorizzati.

Leggi anche >>> Trading online: sette siti chiusi in Italia dalla Polizia postale

Rendimenti troppo alti nascondono una truffa

Il primo consiglio riguarda il diffidare da siti di trading online che promettono rendimenti elevati senza alcuno sforzo e, soprattutto, la sicurezza al 100% di ottenere guadagni. Il mercato finanziario è un mondo alquanto incerto e neanche il trader più esperto può avere la certezza di portare a termine un’apertura con un alto rendimento. Di conseguenza, chi parla di semplicità di guadagno o certezza nell’ottenere risultati positivi è un ciarlatano che intende imbrogliare i trader meno esperti.

Anche il consiglio di puntare una grossa somma in un unico investimento deve far riflettere. La diversificazione del portafoglio, infatti, è la soluzione migliore per ridurre al minimo i rischi.

Call Center, attenzione alle richieste di informazioni

Pixabay

Spesso, poi, i portali truffa organizzano dei call center che contattano direttamente l’utente per richiedere dati e informazioni. Nessun broker affidabile offre questo servizio di call-center perciò la chiamata dovrebbe far immediatamente sospettare un raggiro. Il truffatore potrebbe cercare di attirare l’attenzione del cliente mostrando operazioni che hanno fatto guadagnare parecchi soldi per poi utilizzare un falso portafoglio in cui risulterà che l’utente ha già ricevuto dei guadagni. Tutto questo non è reale, il trading non è facile e soprattutto non ci si può improvvisare trader.

Leggi anche >>> Trading online e cybersecurity, l’equazione a volte funziona

Come evitare i raggiri del Trading online

Per proteggersi da eventuali truffe occorre rivolgersi a broker affidabili e autorizzati da Consob, CySec o Fca. Citiamo, per esempio, Plus500, eToro (particolarmente adatto ai trader principianti), 24Option e IQ Option. Le piattaforme citate risultano sicure perché autorizzate dagli appositi enti che tutelano gli investitori. Inoltre consentono di imparare a conoscere il trading online dalle sue basi. Come detto, infatti, per quanto possa sembrare facile accedere ad un portale e cliccare sul rialzo o ribasso di un titolo, un’azione, un bene rifugio, una criptovaluta, i rischi di perdita di capitale sono elevati ed è bene avere piena coscienza delle operazioni che si stanno per compiere.