Aumenti di gas e luce: cosa sta facendo il Governo

Gas e luce non devono più essere un problema, ecco tutto quanto farà a breve il Governo per cancellare le difficoltà.

L’Italia ha bisogno di misure di contenimento per le spese delle bollette di luce e gas. In questo periodo storico erano previsti gli aumenti e purtroppo non sono stati smentiti. Il decreto che potrebbe venire incontro ai contribuenti, è stato approvato dal Consiglio dei ministri. Parliamo di un intervento totale di 8 miliardi di euro.

Mario Draghi (Web)
Mario Draghi (Web)

In termini economici, per chi si intende di movimenti governativi, si tratta di circa 4,8 miliardi per l’intervento di questo decreto, con circa 400 milioni di interventi sull’Iva e ai 2,6-2,7 miliardi di intervento sul bonus sociale. Ci sono poi altre cifre di cui tener conto, ovvero i 700 milioni circa in favore delle aziende energivore ed i 500 milioni per le imprese cosiddette gasivore.

Febbraio, mese di scadenze: occhio alle date, il Fisco non aspetta

Gas e luce diventano spese folli

Per il risparmio in privato sulle bollette del gas, ci sono certo pur sempre le offerte ad hoc per il cittadino. Queste sono le migliori di febbraio, ma il Governo ovviamente pensa in grande e per milioni di contribuenti. Secondo il Consiglio dei ministri, la capacità di “stoccaggio nazionali disponibili” dovrà aumentare con l’adempimento previsto al 90%. Sarà il Ministro della Transizione ecologica a far partire le misure entro 30 giorni.

Ma il Governo ha pensato anche ad incentivi in favore di biocarburanti, idrogeno e semplificazioni per spingere le rinnovabili per la produzione nazionale del gas, che eviterebbe quindi in futuro di dover pagare un prezzo deciso da terzi. 1,7 miliardi andranno poi agli enti locali, come annunciato dal viceministro dell’Economia, Castelli.

Agenzia delle Entrate, la lettera che potreste ricevere: c’è da preoccuparsi, ma non subito

E non è finita qui. Nasce il “Fondo Rinnovabili Pmi“. Ben 267 milioni di euro per incentivare la produzione di energia elettrica rinnovabile all’interno del Paese. Ed ancora, all’interno del DL, c’è anche il capitolo che tanto piace, quello dell’automotive. Un fondo unico pluriennale per questo settore, dove Draghi ha annunciato lo stanziamento di 1 miliardo all’anno per otto anni consecutivi. Novità arriveranno anche per la cessione dei crediti di imposta sui bonus edilizi, con il Superbonus che è in questo caso, incluso.

Capitolo Covid. Qui, è il ministro della Salute, Roberto Speranza a spiegare cosa ha in mente il Governo: “Abbiamo stanziato 15 milioni di euro per le famiglie dei professionisti sanitari che hanno perso la vita a causa del Covid. È un giusto riconoscimento che l’Italia deve a chi ha svolto il proprio lavoro per tutelare la salute di tutti noi”, ha spiegato in conferenza stampa. A breve, partirà anche il censimento anagrafico per i dipendenti pubblici.

Ancora qualche novità. Sarà stanziato un fondo atto a promuovere la ricerca e lo sviluppo della tecnologia dei microprocessori, per nuovi stabilimenti sul territorio o anche riconversione dei siti industriali già in essere. Infine, il ministro Carfagna, ha parlato anche di: “un ‘Capitolo Sud’ anche nel decreto sul caro-bollette. Impegna290 milioni, sotto forma di crediti d’imposta per gli anni 2022 e 2023, per sostenere le aziende delle regioni meridionali che investiranno in efficienza energetica e in auto-produzione di energia da fonti rinnovabili“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base