Bancomat: da lunedì costi del prelievo alle stelle, mai così alti

C’è da fidarsi dei bancomat? Prelevare denaro sta per diventare praticamente una spesa a causa dei costi elevati.

Abbiamo tutto il diritto di preoccuparci per quanto riguarda i costi sul prelievo, che sembrano aumentare sempre di più. Infatti, non è smentito che la Bancomat Spa possa alzare ancora di più i costi dei servizi. Non un bel passo, dopo quello fatto all’opposto che però riabilita i furbetti, grazie ai pagamenti con carte e bancomat.

Prelievo presso lo sportello bancomat (Web)
Prelievo presso lo sportello bancomat (Web)

Almeno per ora, molte banche danno la possibilità a chi preleva, di non aggiungere costi per il servizio, ma l’idea che al di là della cifra prelevata si andrà a proporre praticamente una tassa ad ogni movimento, sembra prender piede consistentemente.

Quali sono le migliori carte di credito a febbraio 2022: ecco la nostra guida

Quanto ci costa oggi un prelievo al bancomat

Il cliente, dovrà essere sempre informato dalla banca su quali possano essere eventuali cambi di tariffa su qualsiasi tipo di movimento, ovviamente, anche il prelievo. Se l’Antitrust non rifiutasse l’ultima richiesta di Bancomat Spa, sarebbe ogni singola banca a decidere controllo e costi per i propri banchi Atm. Un continuo cambiamento, soprattutto per i clienti di alcune banche che si stanno già adattando ad alcune modifiche.

In ogni caso, a breve potremmo assistere ad un aumento delle tariffe di servizio come mai si erano viste, perché sarebbero le stesse banche a decidere il prezzo. Quasi come un mercato, ma qui non compriamo che il nostro prelievo. Banche online e piccole banche, verrebbero così penalizzate più di tutte.

La Postepay “sparisce” di notte: il motivo del clamoroso inconveniente

Attenzione però, perché non è detto che anche se l’Antitrust accettasse tali richieste, il pericolo per chi usa i bancomat, non sarebbe altissimo. Questo, perché si starebbe pensando di imporre una soglia massima di 1,50 euro, da applicare al prelievo. Limite che però a quel punto verrebbe rivisto ogni 12 mesi e non 24 come avviene adesso. Ma c’è anche un altro scenario e cioè che l’Antitrust autorizzi l’indagine ma richiedendo tempi tecnici per la realizzazione degli aumenti sui servizi Atm. Questo quindi avverrebbe in 12-18 mesi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base