Come limitare i consumi in casa ed evitare che la bolletta prenda fuoco

Per limitare i consumi in casa occorre mettere in atto delle accortezze. Solo l’attenzione e le giuste abitudini potranno evitare a tutti noi bollette troppo salate.

limitare i consumi in casa
Adobe Stock

Nel momento in cui abbiamo tra le mani la bolletta le dita fremono come se la busta scottasse e ci bruciasse i polpastrelli. La brutta sensazione è legata alla consapevolezza che i fogli all’interno della missiva conterranno un conto salato da pagare soprattutto ora che i rincari non ci danno respiro. In più, siamo in un periodo freddo che richiede l’accensione dei termosifoni – fonte inesauribile di consumi – e uno spreco maggiore di acqua calda. Insomma, le circostanze sembrano essere tutte contro di noi ma, da buoni risparmiatori, possiamo cercare di arginare i costi conoscendo dei trucchi che limitano il consumo di luce, gas e acqua.

Classici consigli mai fuori moda

E’ facile iniziare un lungo elenco di cattive abitudini che fanno lievitare i consumi in casa. Tanti “vizi” sono noti come tenere il rubinetto aperto mentre si lavano i denti oppure lasciare le luci accese nelle stanze pur non trovandosi all’interno. Altra consuetudine è lasciare i led accesi dei dispositivi elettronici tutto il giorno e tutta la notte. La spina del televisore non si stacca mai e quel piccolo led rosso, da solo, potrebbe costare fino a 25 euro in bolletta all’anno. Per limitare i consumi in casa, dunque, è bene prestare attenzione agli apparecchi elettronici, togliere corrente quando un pc è carico oppure quando lo smartphone ha raggiunto il 100% senza lasciarlo ore e ore in carica inutilmente.

Elettrodomestici, come limitare i consumi

E’ risaputo che gli elettrodomestici sono la causa principale dei consumi. Dal frigorifero al forno, dalla lavastoviglie alla lavatrice, più si utilizzano più l’importo sale. Oltre a far partire gli apparecchi a pieno carico e optare per le ore in cui l’energia costa meno è fondamentale manutenzionare spesso e correttamente ogni singolo elettrodomestico. Una cattiva manutenzione, infatti, potrebbe far aumentare notevolmente i costi. Una guarnizione vecchia che non fa chiudere bene il frigo è un classico esempio di pericolo per il portafoglio. Allo stesso modo i rubinetti che perdono acqua incideranno parecchio sull’importo della bolletta.

Leggi anche >>> Conto corrente, quanto ci costi! Scopriamo il trucco per un risparmio assicurato

Luci e termosifoni, i trucchi del risparmio in bolletta

Per quanto riguarda le luci, altro argomento scottante, oltre a spegnere lampade e lampadari se si esce da una stanza, ricordiamo che le lampadine a led e quelle a basso consumo energetico hanno costi notevolmente inferiori rispetto alle classiche lampadine alogene. Una piccola spesa iniziale per il ricambio in tutta casa porterà ad un risparmio del medio-lungo termine.

Infine, nota dolente per le famiglie, i termosifoni e i consumi eccessivi. Una buona caldaia di ultima generazione aiuterà a limitare i consumi in casa ma non dimentichiamo altre abitudini volte al risparmio. Il tempo di accensione dovrà essere limitato per evitare costi eccessivi nonché problemi di salute. Inoltre è bene creare in casa un buon isolamento termico con piccoli trucchi in modo tale da disperdere meno il calore. Infine, non dimentichiamo che esistono ottimi sostituti del termosifone come un caminetto o una stufa a pellet.