Lo Spid, Sistema Pubblico di Identità Digitale, è richiesto per svolgere un numero sempre maggiore di operazioni. Scopriamo come attivarlo e qual è la sua utilità.

Web

Spid è l’acronimo sulla bocca di tutti. Il Sistema Pubblico di Identità Digitale è necessario da qualche tempo per accedere al portale dell’INPS ma ha anche altri scopi. E’ servito per il cashback di Stato e serve per il Green Pass. Sempre più persone, dunque, si trovano nella condizione di dover procedere con l’attivazione dell’identità digitale. Gli utenti meno tecnologici sono spaventati dal fatto di non avere le capacità di completare in autonomia la procedura. Fortunatamente, esistono diverse strade da percorrere per ottenere lo Spid. Vediamo quali sono.

Conosciamo meglio lo SPID

Per Sistema Pubblico di Identità Digitale si intende un sistema di riconoscimento personale la cui attendibilità è del 100% che serve per accedere a diversi servizi della Pubblica Amministrazione. Attraverso un’app sul proprio cellulare si potrà avere piena operatività in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi. Il sistema di identificazione è collegato ad un codice provvisorio generato dallo smartphone.

Le credenziali di identità digitale prevedono tre diversi livelli di sicurezza. Il primo prevede l’utilizzo di nome utente e password per l’accesso ai servizi; il secondo richiede oltre al nome utente e alla password un codice temporaneo di accesso; il terzo livello aggiunge un supporto fisico come smartphone o smart card per procedere con l’identificazione.

Come attivare l’identità digitale

La richiesta di SPID è gratuita (tranne nel caso in cui si desideri aggiungere delle funzionalità particolari) e può avvenire telematicamente. Questo percorso è semplice se si seguono le indicazioni fornite dai principali provider che gestiscono il servizio. Tanti utenti decidono di scegliere la proposta di Poste Italiane, altri preferiscono Aruba, Infocert, Lepida, SpidItalia.

Per poter iniziare la procedura selezionando il provider prescelto occorrerà accedere al portale www.spid.gov.it. ed entrare nella sezione cittadini. Ricordiamo che occorrerà avere a portata di mano un documento di riconoscimento, la tessera sanitaria o codici fiscale, l’indirizzo e-mail e il cellulare. Il secondo passo comporterà l’accesso al provider per poi procedere con la registrazione e il riconoscimento.

Le modalità di riconoscimento

Ogni provider proporrà diverse modalità di riconoscimento. Di persona (per esempio con Poste Italiane avviando la procedura online e completandola in un Ufficio Postale), via webcam, audio-video con bonifico, con firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi o con la Carta di identità elettronica. Durante la procedura occorrerà scegliere il livello di sicurezza tra 1, 2 e 3.

La via non telematica per ottenere lo Spid

Gli utenti che desiderano utilizzare una strada diversa da quella telematica potranno avvalersi gratuitamente del servizio offerto da una delle Pubbliche Amministrazioni. Gli uffici in questioni gestiranno la procedura di identificazione fino a creare lo SPID. La documentazione da presentare è la stessa richiesta per la procedura online.

In molte città è possibile trovare società di servizi che propongono l’attivazione dell’identità digitale. E’ possibile avvalersi di questi servizi che risulteranno essere, però, a pagamento. Un’alternativa gratuita è recarsi in un supermercato in cui è prevista la presenza di operatori che forniscono assistenza per ottenere lo Spid.

Leggi anche >>> Senza Spid niente Inps: portale bloccato per chi non si aggiorna

Qual è l’utilità dell’identità digitale

Lo Spid è necessario per poter accedere al portale dell’INPS ma viene richiesto per velocizzare l’accesso ad altri servizi. Soprattutto durante la pandemia si è capita l’importanza di poter avere un sistema di riconoscimento sicuro per poter svolgere diverse operazioni da casa.

Cartelle sanitarie, esito degli esami, esito di un tampone, l’accesso è possibile solo con lo SPID il che velocizza la procedura ed evita code ed assembramenti. Avere l’identità digitale, poi, consente di accedere all’app IO, applicazione da scaricare per poter avere il Green Pass sul proprio smartphone o per poter accedere a diversi bonus e al cashback.