Il Bonus Centri Estivi arriva in supporto di tante famiglie in difficoltà durante i mesi di chiusura delle scuole. Vediamo qual è l’importo, chi sono i destinatari e le modalità di accesso.

Adobe Stock

Dal momento delle chiusure delle scuole tante famiglie si ritrovano in difficoltà nella gestione del lavoro e dei figli. I centri estivi sono un’ottima soluzione per i genitori con un lavoro a tempo pieno ma risultano essere alquanto cari. Spesso sostenere una spesa economica di tale livello non è possibile, soprattutto dopo un periodo di crisi generale accentuata dalla pandemia. Accorre in aiuto delle famiglie il Bonus Centri Estivi, una misura di supporto da richiedere all’INPS.

Leggi anche >>> Nessuna proroga al Bonus Vacanze: affrettiamoci a spenderlo!

Chi sono i destinatari del Bonus Centri Estivi

busta paga
web

I genitori di figli conviventi di età inferiore a 14 anni o di figli disabili indipendentemente dall’età possono avanzare richiesta del Bonus Centri Estivi. Parliamo di un’agevolazione che consente di ottenere non più di 100 euro settimanali e che ha come destinatari specifiche categorie di lavoratori, ovvero:

  • i soggetti iscritti alla Gestione Separata dell’INPS in via esclusiva,
  • gli autonomi iscritti alle casse professionali autonome non gestite dell’ente,
  • gli autonomi iscritti alle Gestioni Speciali INPS,
  • i soggetti del comparto sicurezza, soccorso pubblico, difesa, della polizia locale impiegati per arginare la pandemia da Coronavirus,
  • i dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, gli assistenti sociali e gli operatori socio-sanitari.

Leggi anche >>> Il Bonus più importante per le famiglie: come richiederlo

Quando si può richiedere il Bonus

Condizione necessaria per l’erogazione del Bonus Centri Estivi è la frequentazione da parte dei figli di un centro estivo. Nello specifico, le strutture di riferimento sono:

  • le ludoteche,
  • i centri e le attività diurne,
  •  i centri con funzione ricreativa o educativa,
  • gli asili e i servizi per la prima infanzia, compresi asili nido,
  • i centri di aggregazione sociale, dedicati alle famiglie, diurni di protezione sociale e diurni estivi,
  • i servizi integrativi e innovativi per la prima infanzia.

Leggi anche >>> Bonus Condizionatori: l’estate più fresca della vostra vita con una spesa piccola piccola

Modalità di inoltro della domanda

Web

Per richiedere il Bonus è necessario rivolgersi all’INPS presentando l’apposita domanda a partire dal 15 luglio 2021. L’importo verrà erogato per le settimane di frequenza presso i centri estivi effettuate fino al 30 giugno 2021. L’inoltro della richiesta potrà avvenire o attraverso il portale dell’INPS accedendo alla sezione “Bonus Servizi di Baby Sitting” (stessa procedura per il Bonus Baby Sitter) oppure avvalendosi dell’aiuto dei patronati.

L’importo del beneficio verrà erogato direttamente sul conto corrente bancario o postale, sulla carta prepagata dotata di IBAN, sul libretto postale oppure tramite bonifico con Poste Italiane. Sarà il richiedente a scegliere l’opzione preferita al momento della compilazione della domanda.