Bonus Condizionatori: l’estate più fresca della vostra vita con una spesa piccola piccola

Il Governo Draghi conferma il Bonus Condizionatori introdotto dall’esecutivo di Giuseppe Conte. Fino al 31 dicembre 2021 si potranno ottenere sconti incredibili.

Adobe Stock

La conferma del Bonus Condizionatori è particolarmente apprezzata in questo periodo di caldo intenso. L’Italia è rovente da nord a sud, neanche la notte porta refrigerio e sempre più persone stanno optando per l’acquisto di un condizionatore. Grazie all’agevolazione prevista dal Governo si potrà effettuare la spesa con sconti fino al 65% e senza mostrare l’ISEE.

Leggi anche >>> Bonus Tv 2021: quanto si può ottenere senza dover dichiarare l’ISEE

Le caratteristiche del Bonus Condizionatori

Introdotto con la Legge di Bilancio 2021, il Bonus Condizionatori potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2021. L’agevolazione consiste in uno sconto immediato variabile dal 50 al 65% senza dover presentare l’ISEE. Di conseguenza, la fascia di destinatari è ampia ma è legata ad alcune condizioni.

Il Bonus può essere richiesto per la sostituzione di vecchi condizionatori o per l’acquisto di nuovi macchinari dotati di pompa di calore o volti al risparmio energetico. L’obiettivo, dunque, è di coinvolgere il maggior numero di persone in una ristrutturazione della casa legata all’efficientamento energetico.

Leggi anche >>> Bonus bebè, tutto pronto: ecco quando arrivano i soldi

Quando si può richiedere l’agevolazione

Adobe Stock

Il Bonus Condizionatori può essere richiesto non solo nel caso in cui si stiano svolgendo lavori di ristrutturazione nell’abitazione. Chiunque, infatti, può usufruire dello sconto anche senza effettuare ulteriori interventi di efficientamento energetico. E’ un fattore importante che permette di acquistare a metà prezzo o addirittura al 65% i condizionatori. E’ necessario, però, che l’operazione compaia tra i lavori di manutenzione straordinaria, come stabilito dall’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche >>> Il Bonus più importante per le famiglie: come richiederlo

Importo del Bonus, da cosa dipende

Pixabay

L’importo dell’agevolazione dipenderà dal tipo di acquisto effettuato e dall’inserimento della spesa tra le spese di ristrutturazione o meno. Il modello sarà determinante, ad una maggiore classe energetica corrisponderà una percentuale di sconto maggiore così come la presenza di altre opere di riqualificazione.

La detrazione al 50% sarà applicata per acquistare condizionatori di classe energetica almeno A+ e la spesa risulterà inserita nel totale dei costi di una ristrutturazione edilizia. Stesso sconto per la sostituzione di vecchi apparecchi con nuove pompe di calore anche senza altre ristrutturazioni.

Il cambiamento del vecchio con il nuovo di alta efficienza energetica, invece, determinerà una detrazione del 65%. Il limite di spesa detraibile è di 46.154 euro che verranno restituiti in 10 rate annuali di pari importo. E’ consentito, poi, arrivare al 110% qualora si soddisfino i criteri richiesti con il Superbonus 110%.

Destinatari del Bonus Condizionatori

I soggetti che possono richiedere il Bonus per acquistare degli apparecchi di efficienza energetica sono le persone fisiche, i possessori di partita IVA, i condomini, gli Istituti Autonomi per le case popolari, il familiare convivente con il titolare dell’immobile, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, il proprietario dell’immobile, chi paga un affitto, i soggetti che detengono l’usufrutto o il comodato d’uso della casa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La domanda dovrà essere inoltrata telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro e non oltre il 31 dicembre 2021.