Da quando andrà in vigore la nuova tecnologia, DVB-T2, dovremo gettar via tutti i vecchi televisori che saranno sostituiti?

Televisore (Fonte foto: web)

Tecnologia DVB-T2 in arrivo ed italiani sempre più vicini a dover dire addio al vecchio televisore, per metterne in caso uno di ultima generazione. Per questo è nato il bonus tv, che tra l’altro presenta importanti novità da conoscere. Secondo gli studi, almeno metà delle famiglia italiane dovranno aderirvi per un nuovo tv.

Ma allora tutti i televisori che non supportano la tecnologia DVB-T2 che fine faranno? Finiranno nel dimenticatoio e non potranno mai essere più utilizzati? A molti dispiacerà, nonostante i nuovi dispositivi, dover buttar via il vecchio, allora capiamo cosa succederà.

Leggi anche>>> Decoder con nuova tecnologia: quali sono e quanto costano

Butteremo via i nostri vecchi televisori?

Ciò che probabilmente non a tutti è stato spiegato è che da preoccuparsi c’è poco. La nuova tecnologia di fatto, potrà essere accolta da tutti i tipi di tv esistenti. Semplicemente, bisogna solo sfruttare il bonus tv per acquistare un decoder di nuova generazione. Qualcuno forse lo possiede già e tutto ciò che c’è da fare, è collegarlo alla tv. Un decoder che possa decodificare i nuovi segnali sarà sufficiente.

Naturalmente, per chi volesse la novità, ci sono tantissimi modelli di televisori disponibili adesso sul mercato. Modelli più sottili, con schermi diversi, ma ripetiamo, se è per la qualità che viene fatto il cambio, basta un nuovo decoder. Un esempio di nuovo tv, è questo con cui puoi evitare il canone Rai.

Leggi anche>>> Bonus, ecco il modulo: a chi spetta l’agevolazione per avere il decoder salva Tv

Ricordiamo che per capire se possiamo tenerci il nostro televisore per il futuro senza necessariamente operare un cambio, basta andare sui canali 100 e 200 del Digitale Terrestre e vedere che scritta appare. Se il vostro apparecchio è ok, dovreste leggere: “Test HEVC Main10”.  Ricordiamo anche che da settembre andrà in scena la nuova tecnologia, ma i cittadini hanno tempo fino al 30 Giugno 2022 per adattarsi.