Il bancomat è bloccato: ecco i modi per risolvere il problema senza grandi affanni, a meno che non ci sia una segnalazione

Bancomat tassa
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

Per fortuna capita raramente, ma come tutti gli apparecchi elettronici, anche quelli del bancomat a volte si bloccano. Non tutti però, sanno come ripristinare il servizio, ed in che modo comportarsi quando questo succede.

Intanto, gli stessi bancomat sono sempre meno utilizzati, con il mondo dei prelievi che cambierà di netto. Oggi però c’è di certo ancora chi li usa, allora meglio sapere anche come mai si possano bloccare gli ATM.

Leggi anche>>> Novità Twitter: diventa a pagamento ma non per tutti

Bancomat bloccato, perché e cosa fare

Il bancomat si può bloccare se dimentichiamo il PIN e lo sbagliamo tre volte. Se siete tra quelli che lo dimenticano spesso, ecco un trucchetto per non farlo più. Qui, quel che capita dipende dallo sportello. O ce la restituisce bloccata o lascia dentro la carta. Ma la carta può bloccarsi anche se sbagliamo tre volte al Pos.

Talvolta però sono dei problemi interni della banca, che fanno bloccare la carta, proprio quando stiamo prelevando noi, ma attenzione perché ci sono anche altre possibilità, come una segnalazione della Centrale dei rischi. Qui la banca chiude praticamente tutto: carte, assegni, finanziamenti. In ogni caso, non ci resta che contattare l’istituto bancario.

Leggi anche>>> Prelievo da conto corrente e uso denaro contante: attenzione alle multe

Sempre se siete sicuri che non avete avuto segnalazioni dalla Centrale dei rischi e che non avete il conto in rosso, chiamate la banca tramite il numero verde, e chiedete che la vostra carta possa essere sbloccata immediatamente. Altrimenti, se ne avete la possibilità, entrate in banca e chiedete aiuto, lo sblocco sarà ancora più veloce. Basterà poter confermare che siete i proprietari della carta da sbloccare: vi basterà fornire i dati personali e quelli del conto corrente.