Attenti se vi fanno queste strane richieste per capire se avete ricevuto soldi: è una truffa e ricaricherete i loro conti

Bancomat (Fonte foto: web)

Ennesimo tentativo di truffa segnalato alle autorità. Stavolta non si tratta di qualcosa che viene realizzata attraverso il phishing, quindi online o con sms, come l’ultima che ha già fatto tantissime vittime, bensì di un raggiro ai danni di chi vende online.

Infatti, grazie all’ultimo sistema di cui le forze dell’ordine si sono accorte anche grazie a diverse segnalazioni, i truffatori raggirano proprio i venditori. Infatti, dopo aver venduto online un determinato oggetto, il malcapitato si ritroverà a verificare l’incasso al Bancomart, ignaro del fatto che così sta solo passando i suoi soldi ad un delinquente.

Leggi anche>>> Truffe al telefono, l’esca invisibile: così veniamo raggirati

In che modo viene realizzata la complicata truffa

Vi starete chiedendo come possa essere possibile con un controllo, passare soldi ad un’altra carta. Molto ingegnoso, è presto detto: andiamo al bancomat convinti di controllare l’avvenuto pagamento, il numero di ordine che inseriremo per il controllo in realtà è l’Iban o il numero di carta del truffatore. Quindi, il finto acquirente dirà di aver effettuato il pagamento, così che il venditore vada a controllare. A quel punto il truffatore consiglia di selezionare la voce: “Effettua ricarica”, e ci dirà che il numero che conosciamo è quello collegato all’ordine.

Invece non è così, l’importo che immetteremo non ci dice i soldi che riceveremo, ma quelli che gli stiamo regalando. In pratica, non c’entra niente la sicurezza delle carte, siamo noi a truffarci da soli in quel momento. A proposito di sicurezza delle carte, dando un’occhiata qui capirete perché conviene un conto PayPal. Ora tornando alla truffa, capiamo di più.

Leggi anche>>> Conto corrente N26: meglio leggere queste recensioni, prima di aprirne uno

Innanzitutto, come possiamo non accorgerci che stiamo scrivendo un numero Iban o come possiamo essere convinti che cliccando su “Effettua ricarica” stiamo facendo la cosa giusta? E lì entra in campo la bravura del malvivente, spesso queste persone sono molto brave a convincere l’interlocutore di fare la cosa giusta. Quando vi fanno questo tipo di strane richieste, non solo non bisogna accettare, ma come sempre il consiglio è quello di segnalare.