Brutte notizie per WhatsApp, ancora una falla nella sicurezza, stavolta l’allarme riguarda alcuni semplici file da non aprire

WhatsApp, nuovo allarme: non scaricate quella immagine
WhatsApp (Fonte foto: Pixabay)

Nonostante le preoccupazioni aumentino, in quanto a termini di sicurezza per i tanti “bug” possibili nel social, WhatsApp, continua ad essere l’app di messaggistica più usata al mondo. Anche per questo però, la società sta correndo ai ripari, dettando regole senza cui non potremmo più usare l’app.

Il vero problema naturalmente, non è interno al social, ma colpa dei malintenzionati che riescono con diversi mezzi, ad hackerare l’app e ad impossessarsi di qualcosa che può essere nostro. L’ultima novità riguarda alcune immagini.

Leggi anche>>> La truffa del supermercato su WhatsApp: non rispondete a questo messaggio

WhatsApp, cosa ha fatto scattare l’allarme

Come è logico che sia, sulla piattaforma che da anni è diventata proprietà di Facebook, passano ogni giorno, migliaia di terabytes di dati fatti di immagini, audio, video e messaggi che vanno a comporre così, l’enorme database di ognuno di noi, all’interno appunto dell’app. Fortuna, che la crittografia end-to-end sia tra le migliori in circolazione per proteggere tutti i tipi di dati che ci riguardano, ma non è detto che qualcuno non riesca a carpirli.

Qualcosa, i truffatori riescono a farla sempre: di recente è stato scoperto un bug in grado di farci rubare l’account dai malintenzionati, ma non è tutto. Infatti, proprio data la gran mole di utenti che vi circola, WhatsApp è anche un fattore molto importante per chi vuol far circolare dei malware.

Leggi anche>>> Whatsapp, la trappola del mega-gruppo: potremmo commettere un reato

Infatti, le ultime notizie vedrebbero circolare file-malware. In rete ci sarebbero dei file eseguibili che circolano tramite l’app e che se cliccati, non danno altro che una semplice immagine al povero utente. Questa però, contiene uno script malevolo in grado di impossessarsi del cellulare e copiare dati ed aprire fotocamera e microfono. Per ora, non circolano maggiori informazioni, l’unico consiglio che possiamo dare è assicurarsi sempre della fonte da cui ci viene inviato qualunque file.