Un artigiano di Caldarola, paesino in provincia di Macerata, si è beccato due multe in due giorni per aver abbandonato la casa

Due multe in 48 ore: il record dell'artigiano di Macerata
Posto di blocco – Carabinieri (Fonte foto: web)

Probabilmente siamo di fronte ad una notizia mai data prima, nonostante più di dodici mesi tra restrizioni e lockdown. Un lavoratore, è stato multato per ben due volte in due giorni, per esser venuto meno agli obblighi da Dpcm, tra venerdì e sabato.

Molto probabile, che quello accaduto all’artigiano della provincia di Macerata, sia dovuto alla voglia, anzi alla necessità di lavorare, per non chiudere definitivamente come sta accadendo a tantissime attività del Paese. Non una piccola distrazione quindi, come quella che è costata 400 euro a cliente e barista, per un caffè a Genova.

Leggi anche>>> Porta fuori il cane dopo le 22, multa di 400 euro: non è una necessità

I carabinieri gli hanno comminato due multe da 400 euro

A Caldarola, un comune italiano di poco più di mille abitanti nella provincia di Macerata, un artigiano ha subito ben due multe in due giorni. Sabato scorso infatti, i carabinieri lo hanno scoperto sul luogo di lavoro nonostante per lui non fosse prevista la possibilità di recarcisi, a causa delle attuali restrizioni anticovid.

Tutto già sentito in altri casi, non fosse che al venerdì, praticamente il giorno prima, gli agenti di polizia locale del distretto Caldarola-Belforte-Bolognola lo avevano già multato in quanto non era presente in casa. L’obbligo di non lasciare la dimora tra l’altro, era dato dalla positività di un parente che abitava con lui. Per i furbetti come questo artigiano, il rischio è alto, ecco ad esempio cosa rischia in questo periodo, chi esce dalla Regione senza un comprovato motivo.

Leggi anche>>> Alla fine fanno quello che vogliono: calciatori multati per assembramento

Gli agenti, non erano andati in casa della persona, un uomo di circa 50 anni, solo per il sentore che questi avesse abbandonato la sua abitazione. Gli agenti, coordinati dall’ispettore capo, Andrea Cardinali, infatti, sono impegnati sul territorio proprio per controllare eventuali necessità non solo delle persone risultate positive al Covid, ma anche di chi ne condivide l’abitazione. L’abbandono di quest’ultima in due diversi episodi, è costato al lavoratore marchigiano, ben 800 euro divisi in due multe da 400.