Il bonus vacanze 2021 è disponibile ancora per pochi mesi, ricordiamo fino a quando e dove possiamo utilizzarlo

Bonus vacanze 2021: c'è ancora poco tempo per sfruttarlo
Vacanze (Fonte foto: web)

Per chi dovesse usufruire del bonus vacanze 2021, non è rimasto tantissimo tempo. Infatti, esso scadrà insieme all’anno solare. Il 31 dicembre 2021, terminerà la sua occasione di essere utilizzato. Ricordiamo che la proroga è dovuta al Decreto Milleproroghe, altrimenti sarebbe terminato con un anno di anticipo. Per usufruire del bonus, c’è bisogno di fare almeno un giorno di vacanze nelle date comprese tra 1° luglio 2020 e 31 dicembre 2021.

Non è cambiata però la data per la scadenza della richiesta, che quindi oggi non è più possibile e spetta alle famiglie che presentino ISEE non superiore a 40mila euro. Utilizzabile per una sola vacanza, ne può usufruire soltanto un familiare, non necessariamente lo stesso che compili la richiesta e presenta importo massimo di 500 euro per le famiglie composte da più di due persone.

Per i nuclei con solo due persone poi, la cifra cala a 300 euro, 150 invece, per nuclei di un solo componente. Nella vacanza, che sia essa usufruita da una sola persona o più, non è necessario che vi sia anche il richiedente.

Leggi anche>>> Bonus 2.400 euro: ecco la data in cui arriveranno i pagamenti

Bonus vacanze 2021: altre cose da sapere

Ancora, tra i requisiti da rispettare c’è quello della struttura unica in cui sfruttare il bonus ed in soluzione unica. In che modo avviene lo sconto, l’80% rappresenterà lo sconto per i servizi prestati dall’imprenditore turistico e l’altro 20% come detrazione di imposta. A proposito, qualora aveste ricevuto il bonus vacanze per errore, potreste restituirlo senza moratorie.

Prima di richiedere un bonus e programmare le vacanze, accertarsi sempre della possibilità che la struttura lo accetti, mentre a sua volta il fornitore del servizio potrà recuperarlo nella forma del credito di imposta grazie al modello F24, cedibile anche a terzi.

Leggi anche>>> Fondo perduto, il ventaglio largo: altre categorie rientrano nel beneficio

Le strutture che accetteranno il bonus sono motel, resort, hotel, aparthotel, hotel per conferenze e pensioni ed ancora; ostelli, villaggi turistici, affittacamere, case vacanza, b&b, residence, alloggi connessi ad aziende agricole e di montagna.