Bonus vacanze ricevuto per errore? Nessuna sanzione, ecco come restituirlo

Non sarebbero previste né sanzioni, né interessi, se abbiamo ricevuto per uno sbaglio il bonus vacanze, potremo restituirlo

Bonus vacanze ricevuto per errore? Nessuna multa, ecco come restituirlo
Vacanze (Fonte foto: web)

Può esservi capitato, di ricevere il bonus vacanze per un errore presente nel modello Isee. Logicamente, andrebbe restituito, va fatto attraverso la compilazione della dichiarazione dei redditi e senza sanzioni e interessi. A fare chiarezza, è la stessa Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un contribuente colpito da un dubbio, su questo argomento.

Cos’era successo: il contribuente, aveva compilato il suo modello Isee in modo errato, in modo da poter usufruire del bonus pensato per la scorsa estate. L’Agenzia, ha chiarito che nel caso di compilazione errata, del modello Isee, in grado di far usufruire del bonus, questo verrebbe restituito in sede di presentazione della dichiarazione 2021 (730 o Redditi PF). L’Agenzia, fa anche sapere che il recupero di questa agevolazione riguarda esclusivamente il soggetto beneficiario e non anche il cessionario del tax credit.

Leggi anche>>> Contributo a fondo perduto per errore: ecco come restituirlo

Leggi anche>>> Bonus idrico 2021: fino a 1000 euro se fate questa operazione

Bonus vacanze per errore: cosa deve aspettarsi la struttura ospitante

Per quanto riguarda le strutture o comunque per il fortitore del servizio, non è prevista nessuna conseguenza, esso quindi non perderà il diritto di utilizzarlo in compensazione. Il Bonus vacanze, che poteva arrivare ad un massimo di euro 500, fu strutturato per due momenti, ed atto a far ripartire il turismo dopo i primi mesi di emergenza Covid.

L’80% della somma a cui si ha diritto è accessibile tramite uno sconto sull’importo dovuto al fornitore del servizio turistico che, a sua volta, lo recupera sotto forma di credito di imposta che come detto, non viene perso, nel caso in cui il cliente abbia ricevuto il bonus per un errore dell’Isee.

Il 20% del rimanente sulla somma complessiva, verrà ricompensata sotto forma di detrazione d’imposta, all’interno della dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2020, oppure 2021, in base al periodo in cui si è usufruito dell’incentivo per le vacanze.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base