Lotteria scontrini, come si partecipa? L’8 aprile, prossima estrazione

Come partecipare alla lotteria degli scontrini? Tra pochissimi giorni la seconda estrazione, prendervi parte è facile

Lotteria scontrini, come si partecipa? L'8 aprile, prossima estrazione
Lotteria scontrini (Fonte foto: web)

È vicinissima ormai, la seconda estrazione della lotteria degli scontrini: arriverà l’8 aprile prossimo. I premi, assicura lo Stato, non riguardano soltanto i clienti che partecipano, ma anche gli esercenti. Forse per questo, la lotteria degli scontrini è piaciuta molto più del Cashback, come iniziativa per gli italiani.

In palio, ben dieci premi da euro 100.000, questo per i clienti, mentre per i negozianti ce ne sono dieci da 200.000 euro. Al momento, le estrazioni sono ancora mensili, quelle settimanali, a scanso di sorprese, inizieranno da giovedì 10 giugno 2021.

Leggi anche>>> Lotteria scontrini, più vincite al nord rispetto al sud: qualcosa non va

Lotteria degli scontrini: siamo in tempo per poter partecipare

Qualora non dovessimo ancora averne uno, per partecipare, avremo bisogno del codice lotteria. Esso, si evince semplicemente dal nostro codice fiscale e col quale il sistema elaborerà un codice in versione alfanumerica ed in barcode. Al momento dei pagamenti, mosteremo poi il codice all’esercente, per partecipare. Non sono quindi validi, tutti i pagamenti in: carte di credito o debito; bancomat; carte prepagate; carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata.

La lotteria degli scontrini, ha subito nei mesi diverse proroghe: di poche ore fa le ultimissime novità. Ci sono inoltre, altre modalità di pagamento che seppur rispettanti i parametri di cui sopra, non verranno ammessi. E sono:

  • quelli di importo inferiore a 1 euro;
  • quelli effettuati nell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione;
  • quelli per cui il consumatore chiede all’esercente di acquisire il codice fiscale ai fini di detrazione o deduzione fiscale;
  • quelli effettuati online.

Leggi anche>>> Il cashback è un successo ma vogliono togliercelo: a chi conviene

 Escluse, anche quelle spese che dovessero prevedere documentazione con fattura elettronica e collegamenti al Sistema Tessera Sanitaria, come per gli acquisti effettuati in famacie, parafarmacie, veterinari e tanto altro, dove il cliente è tenuto a comunicare il Codice Fiscale personale.