Un pezzo da collezione già all’epoca dell’acquisto, poi appartenuta al calciatore: la Porsche 911 di Maradona venduta ad un prezzo pazzesco

La famosa Porsche 911 di Maradona venduta all'asta per 483.000 euro
Porsche-911 di Maradona (Fonte foto: web)

Una Porsche di lusso di per sé non costa di certo poco, ma il prezzo raggiunto da una delle vecchie auto del grandissimo ex calciatore, Diego Armando Maradona, quasi supera la fantasia. Nonostante Diego non guadagnasse al Napoli le cifre dei calciatori di oggi, essendo il più forte dell’epoca ed uno dei primi ad avere sponsor personali, poteva permettersi qualche lusso, tra cui una Porsche 911.

Parliamo però per l’esattezza di una Porsche 911 convertibile in Turbolook, di cui furono costruiti solo 720 pezzi tra il 1992 ed il 1993, ma all’interno della rassegna, “Les Grandes Marques du Monde à Paris”, è stata battuta alla bellezza di 483.000 euro di cui saranno senz’altro gli ultimi proprietari.

Leggi anche>>> Maradona, a quanto ammonta la sua eredità? Tutti a caccia del suo conto corrente

La Porsche di Maradona: l’argentino la comprò nel 1992

L’ex calciatore di Boca Juniors, Barcellona e Napoli, aveva richiesto l’auto di lusso, che gli venne consegnata il 6 novembre 1992, quando El Pibe faceva le fortune del Siviglia e forse, non immaginava ancora di prepararsi per la rassegna “USA ’94”. Proprio nella città spagnola, questa bellissima auto costò anche una pesante multa al fantasista, che passò con il rosso a 180 km/h poco dopo averla comprata.

La stessa auto, venne poi ceduta proprio da Maradona, il 25 settembre del 1993, ancora in Spagna. Chi la acquistò, era un abitante di Maiorca che poi la cedette ancora, ignaro della cifra che sarebbe valsa una ventina di anni dopo. Ad oggi, l’auto dell’argentino avrebbe percorso 122.762 km, mentre alla sua prima cessione, ne aveva percorsi soltanto 7.500 circa.

Leggi anche>>> Maradona, il Fisco si pronuncia: “Non è un evasore”

L’auto dell’ex calciatore, viene tra l’altro venduta in un periodo molto vicino, ad un altro pezzo raro. Dall’Italia, infatti, partirà a breve l’asta per il Rolex di Nino Manfredi. Tornando all’auto dell’eccentrico numero 10, aveva alcune caratteristiche che la rendevano unica, già 29 anni fa. Il modello, ha una carreggiata anteriore più larga, cerchi più grandi, ed ancora, sedili riscaldabili, interni in pelle, climatizzatore ed un pioneristico computer di bordo. Il prezzo finale però, è dato certamente dall’appartenenza al più grande calciatore del secolo.