Le persone che possono usufruire della Legge 104, hanno molte agevolazioni ma non sempre sanno quali sconti gli spettano

Inps (Fonte foto: web)

Come ben sappiamo, la Legge 104 va in difesa dei soggetti portatori di handicap, dal 1992, con diversi incentivi. Al lavoro ad esempio, vengono assegnati tre giorni al mese di permessi retributivi coperti da contribuzione figurativa. Ma ci sono anche degli sconti per l’acquisto di una nuova auto, che sia essa nuova o usata. Oltre all’esenzione per il Canone Rai quindi, un’altra interessante novità che non tutti conoscevano.

Lo sconto previsto, tocca l’esenzione del pagamento di imposta, per la trascrizione del passaggio di proprietà ed anche se spesso i contribuenti non ne sono a conoscenza, non è di certo una cosa di poco conto, proprio perché in alcune Regioni, i costi di passaggio di proprietà o di assicurazione, non sono di certo uno scherzo.

Leggi anche>>> Pensione per assistere familiare con legge 104: attenti a questa data

Gli sconti possibili con la Legge 104

Intanto, i beneficiari della Legge 104, attendevano i 245 euro dall’Agenzia delle Entrate, che pare stiano arrivando. Toriamo però sull’esenzione di imposta sui passaggi di proprietà a cui il soggetto ha diritto. La possibilità, è uguale sia per auto usate che con la prima iscrizione al PRA.

Ci sono però delle categorie di veicolo da rispettare, per poter usufruire di questo sconto, per la trascrizione al PRA, ecco di quali parliamo. Veicoli, con cilindrata di:

  • 2.000 centimetri cubici con motore ibrido o benzina;
  • 2.800 centimetri cubici con motore ibrido e diesel;
  • motore elettrico di potenza non superiore a 150 KW.

Leggi anche>>> Cosa succede quando l’azienda nega i permessi Legge 104 al dipendente?

La richiesta, per ottenere l’esenzione sulla tassa di trascrizione del passaggio di proprietà, viene effettuata presso i PRA territoriali. Da ricordare che l’agevolazione, vale anche per un familiare della persona disabile, che si intesti il veicolo. La vettura però deve essere impiegata ad uso esclusivo del disabile.