Vince il Jackpot milionario: cosa succede con la schedina ancora in mano?

Scopriamo quali sono i criteri di riscossione, le scadenze e i documenti indispensabili per ritirare i premi vinti al Superenalotto e al Lotto

 

Vincere una schedina al Superenalotto o al Lotto è sempre un avvenimento gratificante. In pochi però si interrogano su cosa bisogna fare nel momento in cui si scopre di aver vinto. Ad ogni modo i criteri sono diversi e bisogna seguire delle specifiche prassi.

Naturalmente bisogna seguire delle regole, soprattutto quando si desidera incassare tramite banca. Dunque andando nello specifico vediamo come riscuotere una giocata fortunata al Lotto e Superenalotto e quali sono i passaggi da seguire.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto: stanno pensando di eliminare il Jackpot milionario

LEGGI ANCHE >>> Come vincere i milioni del Superenalotto senza essere fortunati

Come riscuotere il denaro delle vincite al Lotto

Partendo dal Lotto, in caso di vittoria si può ottenere il premio in qualsiasi ricevitoria fino ad un importo massimo di 543,48 euro. Quando invece la somma arriva fino a 2.300 euro bisogna necessariamente recarsi presso il punto vendita che ha emesso la giocata. Non basta fare altro che mostrare la giocata vincente all’esercente.

Salendo fino a 10.500 euro è possibile il ritiro della tramite prenotazione in qualsiasi punto che consente le giocate. Si può scegliere tra l’accredito sul conto bancario o se ritirare ad uno sportello Banca Intesa. 

Quando si sfora la suddetta cifra si deve passare necessariamente da Banca Intesa muniti di documento di identità e codice fiscale. Bisogna inoltre compilare la richiesta di pagamento e attraverso quale metodo si preferisce la riscossione (bonifico o assegno). In qualsiasi caso è bene esplicare le proprie intenzioni di ritiro del premio entro 60 giorni dall’avvenuta vincita.

Come riscuotere il denaro delle vincite al Superenalotto

Discorso differente per il Superenalotto che dà la possibilità di poter incassare anche online. Per il resto le regole sono pressappoco le medesime utilizzate per quanto concerne il Lotto. Quindi, in caso di vincita entro i 520 euro si può ritirare presso la ricevitoria in contanti o tramite assegno bancario non trasferibile.

In caso di premi fino a 5.200 euro si può ritirare o in contanti o tramite bonifico bancario, ma solo nel punto vendita dove è stata effettuata la giocata. Qualora si sfori questa cifra e si arrivi fino a 52.000 euro non ci sono alternative al bonifico, ma prima bisogna prenotare il pagamento presso uno dei punti vendita abilitati.

Quando si va ancora al di sopra ci si deve recare negli uffici premi Sisal (presenti a Roma e a Milano) con tanto di ricevuta della vittoriosa giocata. Lo si può fare dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00.