INPS, 3 mila assunzioni a tempo indeterminato: dovete fare in fretta però

Un concorso INPS per l’assunzione di 3.014 dipendenti a tempo indeterminato scadrà a breve. Scopriamo chi può candidarsi e per quale ruolo da ricoprire.

Il bando di selezione INPS Servizi S.p.a prevede l’assunzione di oltre 3 mila candidati ma c’è una precisa condizione da rispettare per poter inoltrare la candidatura.

concorso INPS
Adobe Stock

Un sogno che può essere realizzato ma solamente se si è un candidato che ha già lavorato nel call center dell’INPS. Un’assunzione con contratto a tempo indeterminato in una realtà solida per intraprendere un’occupazione ricoprendo un ruolo tra operatore di call center, specialista qualità e formazione, team leader e responsabile di sala. Le candidature sono riservate a chi risultava lavoratore del Servizio di Contact Center INPS in data 1° giugno 2021. Si conferma giusta, dunque, la voce che da qualche settimana era arrivata alle orecchie di tanti interessati che ipotizzava un bando per oltre 3 mila assunzioni. Il concorso INPS è stato indetto ma non c’è molto tempo per candidarsi, occorre velocizzare l’inoltro dato che il termine ultimo dell’invio della domanda di candidatura è previsto per il 9 giugno 2022.

Concorso INPS, i dettagli scritti nel bando

Le selezioni INPS interessano solamente alcune regioni. Parliamo del Lazio, della Campania, della Sardegna, del Piemonte, della Calabria, della Sicilia, della Lombardia, Puglia e Umbria. Tra i requisiti richiesti – oltre all’aver già lavorato presso il Contact Center dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale – troviamo le tipiche condizioni di accesso a qualsiasi concorso ossia la maggiore età, la cittadinanza italiana e il non essere stati destituiti o dispensati dall’occupazione.

Il testo integrale del bando di concorso INPS è reperibile sul portale dell’ente. Non è prevista alcuna tassa da corrispondere per la partecipazione e, come già detto, la domanda dovrà essere inoltrata entro il prossimo 9 giugno. La procedura di selezione è per titoli e, una volta ottenuto il posto si potrà firmare un contratto a tempo indeterminato full time o part time. Per poter candidarsi, però, sarà necessario essere dotati di credenziali digitali – SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Identità Elettronica.

L’iter di selezione

La classifica finale delle assunzioni verrà redatta semplicemente in base ai titoli di laurea, al diploma di maturità conseguito e ai diversi titoli professionali. Non ci saranno, dunque, prove pre-selettive, test scritti o colloqui orali. La valutazione dei titoli è l’unico ostacolo tra sé e il nuovo lavoro. Una commissione incaricata assegnerà i punteggi e stilerà la classifica e, dopo averla pubblicata, sarà possibile chiedere ai candidati che hanno superato il concorso INPS di fornire la documentazione di riferimento. Dopo l’assunzione il candidato dovrà affrontare un periodo di prova.

Come accennato, l’INPS assume 3.014 dipendenti. I ruoli da ricoprire sono 2.895 per operatori di Contact Center che dovranno gestire i contratti in ingresso e ultimare le domande pervenute; 98 team leader per sostenere moralmente il gruppo di lavoro e ottimizzare i livelli di servizio; 8 specialisti formazione e qualità volti alla formazione degli operatori e all’assistenza della direzione centrale e, infine, 13 responsabili di sala che dovranno occuparsi del monitoraggio degli indicatori di servizio e degli operatori di sala.