Assegno pensione giugno 2022: il cedolino è online e riserva una gradita sorpresa

L’assegno della pensione del mese di giugno 2022 riserva una sorpresa, un aumento dell’importo. Scopriamo come verificare il gradito regalo visualizzando il cedolino online.

I pensionati possono verificare fin d’ora l’importo dell’assegno pensionistico telematicamente. Vediamo come procedere e quando sono previsti i pagamenti.

assegno pensione cedolino
Adobe Stock

Il cedolino di giugno riporterà lo stesso aumento dell’importo della pensione del cedolino di maggio. Il “regalo” è legato al tasso di rivalutazione definitivo che l’ISTAT ha applicato e che si differenzia di qualche punto da quello del primo trimestre dell’anno in corso. Tanti pensionati sono curiosi di conoscere l’importo definitivo del mese entrante al netto di aumenti e trattenute. Possono compiere l’operazione sfruttando il canale telematico che permette loro di visualizzare il cedolino fin d’ora. Scendiamo nei dettagli per capire cosa aspettarsi dall’assegno della pensione di giugno 2022.

 Assegno della pensione, l’importo nel mese di giugno

L’aumento nel cedolino della pensione è dello 0,10%, la differenza tra il tasso di rivalutazione provvisorio inizialmente applicato dall’INPS – 1,6% – e quello definitivo -1,7%. A gennaio 2023 si assisterà, poi, ad un ulteriore aumento fino all’1,9%. Ad incidere sull’importo finale della pensione di giugno saranno, oltre al citato tasso, le addizionali regionali e comunali con le relative trattenute per l’anno 2021 applicare fino al prossimo mese di novembre. Le aliquote di riferimento per l’anno in corso sono del 25% per reddito compresi tra 15 mila e 28 mila euro, del 35% per redditi compresi tra 28 mila e 50 mila euro e del 43% per redditi superiori al 50%. Percentuali differenti rispetto all’anno precedente tranne per la fascia fino a 15 mila euro la cui aliquota rimane al 23%.

Il mese di giugno sarà un periodo di transizione verso una somma aggiuntiva erogata a luglio. Ricordiamo, infatti, che a metà estate è prevista sia la quattordicesima per i pensionati che soddisfano i requisiti sia il Bonus 200 euro una tantum previsto dal Governo.

Come controllare il cedolino

Per controllare il cedolino di giugno occorrerà accedere al portale dell’INPS ed entrare nell’Area Personale MyINPS utilizzando lo SPID, la Carta di Identità Elettronica oppure la Carta Nazionale dei Servizi. In questo modo si potrà avviare la ricerca del cedolino della pensione per poi selezionare la voce “verifica pagamenti” e cliccare sul mese di interesse, giugno. Se non dovesse essere ancora disponibile sarà possibile prendere visione dell’importo dell’assegno della pensione accedendo al proprio Fascicolo previdenziale.

Pagamenti assegno pensione nel mese di giugno

La pensione del mese entrante verrà erogata a partire da mercoledì 1° giugno. I pensionati abituati al ritiro dell’assegno presso un Ufficio Postale dovranno considerare la possibilità che Poste Italiane proceda con l’erogazione tenendo conto della turnazione in base all’iniziale del cognome così come accaduto durante tutto il periodo dello Stato di emergenza legato alla pandemia da Covid 19. In questo modo i pagamenti inizieranno il giorno 1 per terminare l’8 giugno con un’interruzione giovedì 2 giugno (Festa della Repubblica) e domenica 5 giugno.

Le erogazioni dirette sul conto corrente postale, bancario, Libretto Postale, PostePay Evolution dovrebbero cominciare il secondo giorno lavorativo del mese e dunque il 2 giugno. Essendo festa è molto probabile che slitteranno al giorno 3.