SPID a costo zero, addio ai 12 euro di spesa: è più facile di quanto si pensi

Richiedere lo SPID a costo zero è possibile. Basteranno pochi passaggi per entrare nel mondo dell’identità digitale senza spendere soldi.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale è indispensabile per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione. Vediamo come ottenerlo a costo zero.

spid costo zero
Adobe Stock

Siamo nel pieno dell’era tecnologica e rimanere fuori dal digitale significa essere estromessi da una parte importante di servizi e funzionalità. Permettersi di rimanere fermi alla carta e penna non è accettabile in un contesto di continua evoluzione e il primo passo da compiere per rimettersi in carreggiata è richiedere ed ottenere lo SPID. Parliamo delle credenziali di identità digitale che sono ormai necessarie per accedere a molteplici servizi della PA ma che sono utili anche in altri contesti. Lo SPID è richiesto per accedere al portale dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate e, di conseguenza, serve per gestire stipendio, pensione, malattia sul lavoro, la richiesta di bonus e agevolazioni. Serve, poi, nel sistema scolastico per pagare un bollettino tramite PagoPa. Insomma, è ora di chiedere le proprie credenziali digitali. Come procedere senza spendere soldi?

SPID a costo zero, come procedere

La richiesta dello SPID passa per i provider che permettono di richiedere l’identità in pochi passaggi. Tanti italiani scelgono Poste Italiane per le diverse modalità che offre ai cittadini per ottenere le credenziali. L’azienda tiene conto delle necessità varie dei clienti e ha creato molteplici strade da seguire, alcune gratuite altre legate ad un pagamento.

La strada dell’identificazione presso un Ufficio Postale è ben nota ed è quella più intrapresa. Purtroppo da diversi mesi non è più a costo zero ma richiede un versamento di 12 euro. Una cifra non elevata ma se l’obiettivo è non spendere soldi Poste Italiane riserva ai cittadini altre possibilità. Iniziamo dall’sms su cellulare certificato, modalità riservata ai titolari di un conto BancoPosta o di una PostePay. La certificazione del cellulare consentirà di ottenere un codice di verifica dopo la registrazione sul sito dell’azienda con cui completare telematicamente la procedura di identificazione.

Altri strumenti di identificazione gratuiti

I titolari di una carta di identità elettronica dotata di PIN possono scaricare l’APP PosteIDe avviare la procedura di identificazione a costo zero. Sarà necessario scattare delle foto, registrare un audio-video e leggere il documento elettronico avvicinandolo alla fotocamera dello smartphone.

Un altro sistema di identificazione gratuito è la Carta Nazionale dei Servizi. L’utente potrà registrarsi al provider collegando il lettore o la chiavetta USB al computer ed inserire il PIN quando verrà richiesto. Ricordiamo che sarà necessario avere a portata di mano la tessera sanitaria, un documento di riconoscimento valido e l’email personale.

Firma digitale e identificazione presso uno sportello pubblico per richiedere lo SPID

Le ultime due modalità gratuite sono la firma digitale e l’identificazione presso uno sportello pubblico. Nel primo caso in 5 minuti si potrà svolgere la procedura telematicamente comodamente da casa. La seconda strada, invece, prevede di recarsi presso uno sportello pubblico per richiedere un codice di attivazione da utilizzare, poi, durante l’iter telematico. Il pacchetto di attivazione verrà inviato via email.