Il supermercato del risparmio esiste ancora? La classifica che ci aiuta a trovarlo

Il supermercato del risparmio, quello in cui riempire il carrello senza svuotare il portafoglio esiste ancora? Scopriamo la classifica della convenienza stilata da Altroconsumo.

Le famiglie italiane vogliono risparmiare e per raggiungere l’obiettivo devono conoscere i supermercati che permettono l’incontro tra convenienza e qualità.

supermercato risparmio classifica
Adobe Stock

Sono tre mesi che la parola “rincari” ci tormenta. Il costo della vita ha raggiunto livelli impensabili fino a poco tempo fa e le famiglie stanno cominciando a risentirne. Luce e gas, carburanti, generi alimentari, ogni settore dell’economia ha subito aumenti rilevanti e le spese sono, in alcuni casi, insostenibili. Per pagare le bollette occorre chiedere la rateizzazione, prima di spendere cifre altissime al distributore si preferisce tirare fuori dal garage la bicicletta – con un grande guadagno per la salute e l’ambiente – e per fare la spesa al supermercato senza rischiare di svuotare il portafoglio occorre organizzarsi anticipatamente e calcolare ogni mossa d’acquisto. Siamo diventanti degli strateghi che cercano le vie più pratiche per risparmiare.

Supermercato e risparmio, alla ricerca della convenienza

Tanti beni essenziali hanno raggiunto costi molto alti. Pane, paste, farina, olio ma anche carne, pesce, frutta e verdura; fare la spesa in modo economico sembra essere un’impresa impossibile. Fortunatamente viene in aiuto dei consumatori Altroconsumo con una classifica dei supermercati più convenienti in cui recarsi per un risparmio assicurato. Non basta, infatti, mettere in pratica noti accorgimenti come stilare una lista degli acquisti, fare la spesa a stomaco pieno e rinunciare ai prodotti superflui. Con i rincari del momento occorre una strategia più accurata e, di conseguenza, occorre sapere non solo cosa comprare ma anche dove acquistare.

La classifica è stata stilata assegnando un punteggio di competitività compreso tra 1 e 100. Gli store presi in esame sono stati 599 supermercati, 230 ipermercati e 319 discount.

La classifica finale

Sul podio troviamo Esselunga Superstore con 114 punti sul gradino più alto; Esselunga con 110 punti al secondo posto e Carrefour con 109 punti sul terzo gradino. Seguono Conad con 107 punti, Pam, Eurostar e Ipercoop a pari merito con 106 punti.

Naturalmente è una classifica generale che include negozi che in tante città non sono presenti. Ogni cittadino, dunque, dovrebbe attivarsi autonomamente per cercare di stilare una classifica personale con riferimento ai supermercati presenti nella propria città. In tal senso potrebbe essere utile consultare i volantini – disponibili online sui portali ufficiali delle catene – per riuscire ad individuare le promozioni migliori, i prezzi più bassi dei prodotti che si desidera acquistare e le offerte sui beni più cari. Addio, dunque, all’abitudine di recarsi sempre nello stesso supermercato e benvenuto cambiamento alla ricerca del risparmio.