Supermercati: scaffali vuoti | INPS assume senza diploma | Fedez e la malattia

Assunzioni Inps anche senza diploma, beni di prima necessità a ruba nei supermercati e i problemi di salute di Fedez: ecco tutti i temi caldi della settimana.

Interessante opportunità di lavoro, anche per chi è senza diploma, dall’Istituto Nazionale delle Previdenza Sociale che assume ben tre mila persone per ricoprire il ruolo di addetti al call center.

assunzioni Inps supermercati Fedez

Ma non solo, occhio ai supermercati dove si assiste ad una vera e propria corsa per accaparrarsi alcuni beni di prima necessità e interi scaffali che ormai sono completamente vuoti.

Tra i temi caldi della settimana, inoltre, l’annuncio di Fedez che ha di recente fatto sapere di avere un problema di salute e che dovrà sottoporsi ad un percorso di cure. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito e soprattutto cosa sta succedendo.

INPS assume anche senza diploma: in arrivo il bando tanto atteso

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ha annunciato l’apertura a breve di un bando volto ad assumere 3 mila addetti al call center nel 2022. In molti, quindi, attendono con impazienza l’uscita del bando in questione che si rivela essere un’ottima occasione anche per chi è senza diploma.  Il ruolo prevede lo svolgimento di funzioni di assistenza ai clienti.

Le assunzioni, inoltre, avranno luogo tramite selezioni pubbliche e non più un vero concorso. L’istituto, infatti, intende assumere persone con esperienza pregressa indipendentemente dal possesso di un diploma di scuola superiore. Per conoscere le modalità e tempistiche, comunque, bisogna attendere il relativo bando che verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

Supermercati, beni di prima necessità a ruba e scaffali vuoti: cosa sta succedendo

A partire dal Covid, passando per il preoccupante aumento generale dei prezzi fino ad arrivare al timore delle conseguenze del conflitto tra Russia e Ucraina, sono tanti i fattori che contribuiscono, purtroppo, ad accrescere il clima di incertezza. Un contesto che spinge sempre più persone a voler fare scorta di beni di prima necessità nei supermercati, con interi scaffali che ormai sono completamente vuoti.

In particolare sempre più famiglie volgono un occhio di riguardo per i prodotti a lunga conservazione. Tra i beni di necessità a ruba nei supermercati si annovera senz’ombra di dubbio la farina, che può essere utilizzata per la preparazione di molti piatti. Ma non solo, anche olio di semi, zucchero, pasta, passata di pomodoro e acqua.

Fedez sta male: che cos’è la demielinizzazione e quanto costa curarla

Fedez ha di recente annunciato tramite social di avere un problema di salute e che pertanto dovrà sottoporsi ad un percorso di cure. Non ha specificato di quale problema di salute si tratti, con le parole d Fedez che hanno portato alla mente di molti quanto rivelato tre anni fa dallo stesso artista nel corso di un’intervista rilasciata alla trasmissione “La Confessione”.

Per l’occasione, infatti, aveva raccontato: “Mi è stata trovata una cosa chiamata demielinizzazione nella testa, sono a rischio sclerosi multipla“. Non è dato sapere se il problema di salute di cui è affetto Fedez riguardi proprio tale patologia, per cui purtroppo, al momento non vi è una vera e propria cura, con i medici che ricorrono spesso a terapie a breve termine al fine di trattare gli attacchi e le riacutizzazioni.

A tal proposito abbiamo visto come siano particolarmente alti i costi che deve sostenere un paziente affetto da patologie di questo tipo. Stando a quanto si evince da uno studio condotto qualche tempo fa da Kobelt et al., così come riportato sul sito della Fondazione Merck Seronoda,  il costo da sostenere da un paziente affetto da sclerosi multipla è pari in media a 39 mila euro all’anno. Costi che in alcuni casi possono risultare ancora più elevati.