Avete già chiesto tutti questi Bonus? Panoramica sulle agevolazioni 2022

Bonus con ISEE 2022, apriamo il sipario sulle agevolazioni da richiedere presentando l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. 

L’ISEE è uno strumento di risparmio per tante famiglie italiane. L’Indicatore consente di accedere a diversi bonus e agevolazioni proposti dal Governo e dall’INPS.

Bonus con ISEE 2022
Adobe Stock

Il mese di gennaio 2022 è stato caratterizzato da una corsa all’ISEE. I cittadini si sono trovati nella condizione di procedere con il calcolo dell’indicatore per poter richiedere ed ottenere l’Assegno Unico Universale – in questi giorni inizieranno i primi pagamenti – oppure per continuare a ricevere il Reddito di Cittadinanza. Le misure citate sono solamente due delle tante il cui accesso è possibile solamente presentando l’ISEE, ovvero lo strumento che permette di conoscere la situazione patrimoniale e reddituale dei nuclei familiari. Non presentando l’ISEE oppure calcolandolo in maniera errata si potrebbero perdere importanti opportunità di risparmio che in un periodo di grossi rincari sono fondamentali.

Bonus con ISEE 2022, l’Assegno Unico

Iniziamo la panoramica sui Bonus 2022 con ISEE partendo dalle due misure già citate. L’Assegno Unico Universale è dedicato alle famiglie con figli a carico e sostituisce molte delle agevolazioni previste per i nuclei familiari fino allo scorso anno, anzi, fino al mese di febbraio 2022. A partire da domani dovrebbero iniziare i pagamenti in favore dei cittadini che hanno presentato correttamente la domanda entro il 28 febbraio scorso. Solamente chi ha aggiornato l’ISEE otterrà l’importo di riferimento per la fascia di appartenenza. In caso contrario, si verrà automaticamente inseriti nella fascia per chi ha ISEE superiore a 40 mila euro ottenendo l’erogazione minima, 50 euro.

Reddito di Cittadinanza

Passando al Reddito di Cittadinanza, la misura vuole aiutare le persone economicamente più deboli che cercano attivamente lavoro e soddisfano determinati requisiti. Un reddito inferiore a 3 mila euro, un patrimonio immobiliare inferiore a 30 mila euro e la residenza in Italia sono le condizioni principali per accedere alla misura. E’ possibile ottenere importi superiori ai 700 euro ma solamente se si è presentato l’aggiornamento dell’ISEE entro il 31 gennaio 2022. In caso contrario, il percettore avrà notato una sospensione della misura e le erogazioni potranno ripartire solamente dopo avere comunicato il nuovo ISEE.

ISEE, agevolazioni per la casa e bollette

L’ISEE è necessario per poter accedere ad alcune agevolazioni sulla casa come, ad esempio, il Bonus Prima Casa dedicato agli under 36. La misura si traduce in esenzioni da alcune tasse come l’imposta catastale, di registro e ipotecaria. Il requisito di accesso è un ISEE inferiore a 40 mila euro.

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente serve, poi, per accedere ad agevolazioni sul pagamento del canone d’affitto. La misura si rivolge a giovani di età compresa tra 20 e 31 anni con reddito inferiore a 15.943,71 euro. Ottima possibilità, poi, quella del risparmio in bolletta per i cittadini con ISEE fino a 8.256 euro. In questo caso avendo aggiornato l’Indicatore non sarà necessario inoltrare domanda perché lo sconto avverrà automaticamente in bolletta. Il Bonus Luce è previsto, poi, anche per i titolari di Legge 104 che utilizzano apparecchi elettromedicali per vivere.

Bonus con ISEE per scuola e università

Concludiamo la panoramica dei Bonus con ISEE con le agevolazioni previste per scuola e università. Presentando l’ISEE, la DSU e tutti i dati sui componenti del nucleo familiari si potranno ottenere agevolazioni sul pagamento delle tasse universitarie. Inoltre, si potrà richiedere il Bonus Asilo Nido il cui importo varia in base all’Indicatore. Si va da un minimo di 1.500 euro all’anno per chi ha ISEE superiore a 40 mila euro ad un massimo di 3 mila euro all’anno per le famiglie con ISEE fino a 25 mila euro.