Molte auto si stanno improvvisamente fermando per strada: il motivo è sorprendente

Si tratta di un progresso tecnologico che sta portando diverse auto a perdere il segnale per la connessione alla rete 

In alcuni casi si può ovviare al problema attraverso degli aggiornamenti. Non sempre ciò è possibile, ragion per cui bisogna valutare anche delle alternative.

Auto
Fonte Adobe Stock

La connessione delle automobili sono strettamente legate all’avanzare della tecnologia. Vedere auto che dispongono almeno del 4G è ormai consuetudinario. Quelle di ultime generazioni sono invece già predisposte al 5G.

Fino a qualche anno fa nemmeno esisteva la possibilità di potersi connettere dalla propria auto o al massimo lo si poteva fare grazie al 3G o a modem addirittura inferiori. Al passo coi tempi però questi strumenti sono ormai diventati obsoleti, con serie ripercussioni per chi dispone di automobili meno attrezzate.

Auto elettrica a 20 euro al mese: opportunità reale oppure illusione di risparmio?

Auto perdono la connessione alla rete: motivo e soluzioni per ovviare al problema

In pratica chi non può contare almeno sul 4G sta già iniziando a riscontrare le prime assenze di segnale. Un aspetto che andando avanti diventerà effettivo visto che molte compagnie telefoniche tra cui la Tim stanno man mano abbandonando il 3G. 

Un caso inerente potrebbe essere quello delle Tesla vendute prima del 2015, che per forza di cose sono dotate di modem 3G. L’azienda ha subito preso le contromisure per scongiurare che i proprietari della suddette vetture perdano le funzionalità di connessione a bordo oltre che la possibilità di controllare il veicolo da remoto.

Per effetto di ciò Tesla ha offerto l’installazione di un nuovo componente 4G al prezzo di 200 dollari. Al momento si tratta di un provvedimento valido solo negli Stati Uniti e al momento non è lecito sapere se sarà esteso anche alle auto europee.

Vodafone rilancia: nuove offerte in 5G e un ghiotto regalo di Natale ai clienti

L’alternativa, valida però solo per le auto dotate di accesso Wi-Fi è fare hotspot di rete con il proprio smartphone. In questo modo si scongiura il “pericolo” di non avere le funzioni connettive a bordo. Non esiste ancora una soluzione per il controllo da remoto. È piuttosto difficile che il proprietario sia disposto a lasciare un hotspot permanente nell’automobile.