ISEE fino a 25 mila euro: tutti i bonus e le agevolazioni da richiedere nel 2022

Con un ISEE fino a 25 mila euro è possibile richiedere vari bonus e agevolazioni. Scopriamo quali sono per non perdere alcuna occasione di risparmio.

Nel 2022 i cittadini con ISEE inferiore a 25 mila euro possono accedere a diverse prestazioni economiche che consentiranno di risparmiare cifre importanti.

isee 25 mila euro
Adobe Stock

Gli aiuti del Governo sono indirizzati specialmente verso la fascia della popolazione economicamente più debole. Tante misure attive sono accessibili unicamente da chi ha un ISEE inferiore a 10 mila euro così come altre prestazioni sono rivolte a chi si avvicina alla soglia di povertà. Eppure in un periodo di rincari e difficoltà economiche generali, è importante riservare alcune agevolazioni anche alle famiglie con ISEE più elevato, fino a 25 mila euro. Gli aiuti servono per mantenere uno standard di vita soddisfacente nel momento in cui i costi di luce e gas sono alle stelle, il carburante è oro e le materie prime hanno visto lievitare il proprio valore. Scopriamo, dunque, quali sono i bonus attivi di cui approfittare.

Bonus per chi lavora, il 2022 promette il doppio: ecco a chi spetta

ISEE entro 25 mila euro, accesso al Superbonus 110%

Le famiglie con ISEE fino a 25 mila euro possono richiedere il Superbonus 110% per ristrutturare un immobile e le villette unifamiliari. La detrazione riguarda le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022. Gli interventi ammissibili sono relativi alla ristrutturazione di case adibite ad abitazioni principali. Ricordiamo che la percentuale del 110% diminuirà nel 2023 scendendo fino al 70% e che nel 2024 arriverà al 65%. Il 2022, dunque, è l’anno ideale per richiedere il Superbonus se si rientra nell’ISEE di 25 mila euro.

Bonus Bebè, come approfittarne

Attivo ancora per poco tempo il Bonus Bebè. A marzo verrà inglobato nell’Assegno Unico Universale ma chi lo ha già richiesto continuerà a percepire l’assegno mensile fino al termine del periodo stabilito. Ricordiamo che il bonus è dedicato alle famiglie in cui è nato un bambino entro il 31 dicembre 2021 o che hanno adottato o preso in affido un minore.

Guida all’Assegno Unico Universale, una delle novità più importanti del 2022

La domanda di accesso alla misura deve essere necessariamente presentata all’INPS entro 90 giorni dal momento dell’entrata in famiglia del bebè o del minore adottato o in affido. L’importo erogato ogni mese varia a seconda dell’ISEE. Se inferiore a 7 mila euro si riceverà un assegno di 160 euro per il primo figlio e di 192 euro per i successivi. Se compreso tra 7 mila e 40 mila (rientrano in questa fascia le famiglie con ISEE fino a 25 mila euro) verrà erogato un assegno di 120 euro per il primo figlio o 144 per i successivi mentre al di sopra dei 40 mila euro l’assegno sarà di 80 euro per il primo figlio o 96 per i successivi.

Agevolazione tasse universitarie, come funziona la prestazione

I nuclei familiari con ISEE inferiore a 25 mila euro potranno usufruire delle agevolazioni per il pagamento delle tasse universitarie. L’importo sarà massimo fino ad un ISEE di 13 mila euro per poi iniziare a scalare in base al valore aggiuntivo. Per ottenere il bonus occorrerà presentare l’ISEE in corso di validità all’istituto universitario della Facoltà di appartenenza. La modalità dell’inoltro dovrà essere telematica.

Mutui agevolati per chi ha ISEE fino a 25 mila euro

I giovani con ISEE fino a 25 mila euro possono ottenere agevolazioni sul mutuo stipulato per l’acquisto della prima casa entro giugno 2022. La prestazione prevede la Garanzia dello Stato fino all’80% del mutuo utilizzando il Fondo di Garanzia Prima Casa. In più, si usufruirà dell’esenzione dal pagamento di alcune imposte come l’imposte di registro, quelle catastali, l’imposta sostitutiva su ipoteche e bollo.