Iliad rivoluzione in atto, la data da segnare sul calendario: che cosa sta per succedere

Non si ferma la rivoluzione di Iliad, pronta a sbaragliare il mercato grazie alla fibra e alla linea fissa. Entriamo nei dettagli e vediamo qual è la data da segnare sul calendario.

Iliad operatore
Foto © AdobeStock

Gli ultimi due anni, a causa soprattutto del Covid, abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini. Ne è una chiara dimostrazione il fatto che si registri un utilizzo sempre più massiccio dei vari dispositivi, come smartphone, e servizi, come quelli messi a disposizione dal web, che ci permettono di poter comunicare con amici, parenti e aziende, anche geograficamente molto lontani da noi. Al fine di poter usufruire di questi servizi, ovviamente, bisogna sostenere dei costi.

Tra questi, appunto, si annoverano i costi necessari per effettuare delle telefonate o semplicemente per navigare su internet. Proprio in tale ambito, pertanto, a rivestire un ruolo particolarmente importante sono i vari operatori telefonici, sempre pronti a stupire i clienti, sia potenziali che già fidelizzati, con delle offerte da urlo. Lo sa bene Iliad che è pronta a sbaragliare il mercato grazie alla fibra e alla linea fissa. Una vera e propria rivoluzione per cui interesserà sapere qual è la data da segnare sul calendario.

Cellulare, occhio all’sms, non è una truffa: ecco cosa sta succedendo

Iliad, in arrivo fibra e linea fissa: tutto quello che c’è da sapere

Dopo aver attirato l’attenzione con uno spot che non è passato di certo inosservato, Iliad intende sbaragliare il mercato con una vera e propria rivoluzione. Ma cosa sta succedendo? Ebbene, il noto operatore telefonico è pronto a lanciarsi nel mercato del fisso e della fibra.

Una novità indubbiamente importante, con la data da segnare fissata per il 25 gennaio 2022. Proprio durante la mattinata di martedì 25 gennaio, infatti, avrà luogo, a Milano, una conferenza stampa grazie alla quale Iliad farà il suo debutto ufficiale sul mercato della telefonia fissa.

Dopo il lancio di una campagna social ad hoc, con esclamazioni come “TOP” e “WOW“, con tanto di frase “Pronti per una nuova rivoluzione?“, l’operatore ha anche deciso di affiggere manifesti e decorare i propri Store con contenuti simili a quelli pubblicati online.

In effetti si tratta di una vera e propria rivoluzione che sembra destinata a smuovere le acque nell’ambito di un settore che attira da sempre particolare interesse come quello della telefonia fissa.

Iliad, rivoluzione in atto: ecco cosa c’è da aspettarsi

Al momento, è bene sapere, non sono ancora disponibili informazioni in merito all’offerta che verrà messa in campo da Iliad per quanto riguarda la telefonia fissa. Visto il grande successo riscosso nel mercato mobile, comunque, è possibile ipotizzare che verrà attuata una strategia simile.

Ovvero trasparenza, chiarezza e offerte particolarmente vantaggiose. Soffermandosi sulla connettività, inoltre, è bene sapere che iliad partirà con la rete di Open Fiber, per poi estendersi anche con Fibercop. Proprio con quest’ultimo, ricordiamo, Iliad ha stipulato un accordo la scorsa estate.

Iliad, le parole dell’Amministratore Delegato Benedetto Levi

In attesa di vedere con quale offerta Iliad deciderà di entrare nel mercato della telefonia fissa, riportiamo le parole dell’amministratore delegato, Benedetto Levi, che a La Stampa ha dichiarato: “La pandemia ha dimostrato quanto sia importante avere una connettività ultra performante a casa, e sul mercato fisso, vediamo una situazione che non è il massimo, con quote di mercato estremamente stabili nel tempo, offerte molto simili tra loro e mediamente poco chiare, troppi vincoli“.

Bonus TV, controllate se si vede il canale 100: tutto quello che c’è da sapere 

Per poi aggiungere: “Vogliamo fare la stessa rivoluzione fatta sul mobile, quello in cui ci muoviamo non è un mercato sano. Puntiamo a portare una sana concorrenza“. Delle parole indubbiamente importanti, quelle dell’amministratore delegato di Iliad, che preannunciano un’importante rivoluzione nell’ambito della telefonia. Non resta quindi che attendere e vedere cosa accadrà.